03:51 23 Settembre 2017
Roma+ 12°C
Mosca+ 6°C
    Giornale dopo il voto per la Brexit

    Brexit: Gibilterra e Scozia non vogliono lasciare l’Unione Europea

    © Sputnik. Alex McNaughton
    Mondo
    URL abbreviato
    383814

    Gibilterra vuole restare nell’UE ed è entrata in trattative con la Scozia, anch’essa intenzionata a non abbandonare l’Unione.

    Fabian Ricardo, primo ministro di Gibilterra, ha dichiarato alla BBC che discuterà la questione assieme al primo ministro della Scozia Nicola Sturgeon, che ha confermato all'emittente britannica la trattativa.

    A queste trattative potrebbe unirsi anche l'Irlanda del Nord. Gli abitanti di queste tre parti del Regno Unito, infatti, hanno votato per rimanere nell'Unione Europea.

    Ricardo ha dichiarato che potrebbe succedere che una parte della Gran Bretagna esca mentre le altre rimangano nell'Unione. "Questo significa che non dovremo fare di nuovo richiesta di appartenenza. Semplicemente restiamo nell'UE".

    Come esempio dell'uscita dall'UE di una sola parte di un paese, la BBC ha indicato la Groenlandia che fa parte della Danimarca. La Groenlandia è entrata a far parte della CEE nel 1975. Nel 1979 è diventata indipendente e nel 1985 ha indetto un referendum in seguito al quale ha abbandonato la CEE.

    Correlati:

    Brexit, Renzi: Salveremo i soldi dei risparmiatori
    Brexit: Europarlamento pronto a ratificare l’uscita della Gran Bretagna
    Brexit, al via raccolte firme in Lettonia per uscire dalla Ue
    Tags:
    Trattative, Conseguenze del referendum, Referendum, Brexit, Unione Europea, Irlanda del Nord, Scozia, Gibilterra, Gran Bretagna
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik