10:19 11 Dicembre 2017
Roma+ 15°C
Mosca+ 2°C
    Donald Trump

    USA: dopo la Brexit Trump ha maggiori possibilità di vittoria

    © REUTERS/ Joe Skipper
    Mondo
    URL abbreviato
    11252

    Il referendum britannico è una seria lezione per la campagna elettorale USA, in quanto le persone che hanno votato per la Brexit somigliano molto all’elettorato di Donald Trump. Lo ha riportato il Los Angeles Times.

    Secondo la pubblicazione, il ritratto di un tipico sostenitore della Brexit è il seguente: bianco, operaio, di mezza età, molto insoddisfatto del livello di immigrazione. Trump nella sua campagna elettorale ha fatto leva sulle stesse paure e le frustrazioni che hanno portato alla vittoria sostenitori della Brexit.

    «La Brexit è anche Trump. Il Trumpismo adesso è dappertutto. È lo stesso fenomeno con lo stesso risultato», ha commentato al LAT un diplomatico europeo che ha preferito rimanere anonimo.

    L'autore dell'articolo ritiene che il referendum in Gran Bretagna non si può paragonare con il voto negli USA a causa della diversa composizione etnica degli elettori. Ad esempio, solo il 15% della popolazione del Regno Unito è bianca, mentre negli USA è del 25%. Inoltre, l'elettore americano è mediamente più giovane di quello inglese.

    In entrambi i paesi, gli elettori oscillano tra quelli che — secondo Trump — «non vedono altra scelta», ma bramano un cambiamento radicale, e coloro che temono immense catastrofi.

    «La classe operaia bianca è in contrasto con le elite insediate nelle loro città universitarie, nelle metropoli, insegnano nelle università, gestiscono il sistema politico e dicono: ‘Mi dispiace, ma non ci piace quello che stai facendo'», ha detto lo stratega e sociologo dei democratici Paul Maslin. Lo slogan della Clinton, ‘più forti insieme', ripete di fatto il britannico ‘Remain' (Rimanere nella UE, una delle scelte del referendum, ndr) al quale molti non hanno trovato alcun senso.

    La posizione della Clinton, sostiene il LAT, appare poco convincente per raggruppare la gente intorno ad una agenda più sostanziosa e positiva. La tesi ‘abbiamo paura' ha già dimostrato di essere precaria da quando gli inglesi hanno fatto una mossa audace verso l'incertezza e hanno deciso di uscire dall'UE.

     

    Correlati:

    Trump: pronto ad invitare Putin a Washington, bene per mondo la cooperazione USA-Russia
    USA, "la politica estera di Hillary Clinton più pericolosa delle dichiarazioni di Trump"
    Diplomatico russo apprezza l'invito di Trump a Putin
    Tags:
    elezioni, Referendum, Elezioni negli USA, Brexit, Hillary Clinton, Donald Trump, USA, Unione Europea, Gran Bretagna
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik