16:37 18 Ottobre 2018
Militare in Siria

Gli USA vogliono seguire il copione iugoslavo in Siria

© Sputnik . Ilya Pitalev
Mondo
URL abbreviato
25431

I funzionari del dipartimento di Stato degli USA hanno avanzato la proposta di attaccare l’esercito governativo siriano sul “copione iugoslavo”. Lo riporta il New York Times che cita il documento firmato la scorsa settimana da una decina di burocrati.

"Per noi ha senso che gli USA abbiano un ruolo più attivo in Siria, basato sull'assensato impiego di armi a lunga gittata e aeree. Ciò potrebbe favorire e promuovere un processo diplomatico più coerente e aggressivo sotto la direzione degli USA", si legge nell'appello.

Le armi in questioni sarebbero i missili alati che possono che possono essere lanciati da una grande distanza e che non darebbero la possibilità alle truppe governative di reagire a tali attacchi. Il NYT osserva che si tratta dello stesso modus operandi adottato dalla coalizione NATO guidata dagli USA durante la campagna iugoslava del 1999, che ha costretto le autorità locali ad avviare il dialogo politico conclusosi con la proclamazione d'indipendenza del Kosovo.

Tuttavia qualcuno pensa che sia scorretto questo paragone per via della partecipazione attiva della Russia e dell'Iran nel conflitto, supponendo che questi paesi possano rafforzare le loro attività a favore delle forze di Assad per rendere vano qualsiasi attacco americano.

Correlati:

Siria: la pazienza la sta perdendo la Russia, non gli USA
Russia non invierà altre armi ai soldati in Siria
Raid contro opposizione filo-USA in Siria? Militari russi rispondono al Pentagono
Tags:
Operazioni militari, Situazione in Siria, Dipartimento di Stato USA, Coalizione internazionale anti-Daesh, New York Times, Bashar al-Assad, Siria, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik