15:36 18 Settembre 2018
Logo di Olimpiadi

Olimpiadi 2016: CIO raccomanda esonero della federazione di atletica della Russia

CC0 / CAPTAIN ROGER FENTON / LONDON 2012 OLYMPIC GAMES
Mondo
URL abbreviato
1407

Il Comitato olimpico internazionale (CIO) al vertice di Losanna ha appoggiato la decisione dell’Associazione Internazionale delle Federazioni di Atletica Leggera (IAAF) riguardo l’esonero della Ferazione di atletica leggeria russa, ma ha escluso il principio della responsabilità collettiva degli atleti.

Venerdì la IAAF ha confermato la squalifica della Federazione di atletica leggera russa e la conseguente squalifica di tutti gli atleti dai Giochi Olimpici del 2016 di Rio de Janeiro. Durante la riunione straordinaria del Comitato olimpico internazionale si è discusso se i singoli atleti meritano un trattamento individuale o l'esclusione di alcuni atleti dalle olimpiadi è un fatto di responsabilità collettiva.

Il capo del CIO, Thomas Bach, ha ricordato che il Comitato non decide la squalifica degli atleti, ma dà solo raccomandazioni. La decisione deve essere presa dalla federazione internazionale, e questo dovrebbe essere fatto su base individuale.

Bach ha evidenziato che la World Anti-Doping Agency (WADA) considera che le agenzie anti-doping in alcuni paesi, come la Russia e il Kenya, non si attengono al loro codice e ciò mette in cattiva luce tutti gli atleti di questi paesi.

"Per gli atleti di questi paesi dovrebbe essere applicata la presunzione di innocenza. Ogni atleta di questi paesi dovrebbe essere riconosciuto come autorizzato dalla Federazione Internazionale, secondo la procedura personale, ricevendo un permesso individuale dopo aver superato i relativi test presso laboratori accreditati", ha affermato Bach.

Inoltre, Bach ha ricordato che la Russia può impugnare la decisione della IAAF presso la Corte di Arbitrato per lo Sport (CAS) di Losanna.

Egli ritiene che, in caso di doping, le sanzioni dovrebbero essere applicate non solo agli atleti, ma anche a tutto il loro entourage, dai medici ai funzionari.

Il rappresentante dello IAAF più tardi ha dichiarato al giornalista della CNN Alex Thomas che l'associazione non intende accettare il ricorso da parte degli atleti russi e che l'unico modo per loro di partecipare ai Giochi Olimpici è appellarsi al CAS.

Il capo del CIO ha riverito che la WADA ha valutato positivamente gli sforzi del Comitato Olimpico Russo (ROC) per superare la situazione di crisi dell'atletica russa.

Il Comitato Olimpico Internazionale non ha esonerato il ROC o tutta la squadra russa dalla partecipare alle olimpiadi 2016.

«Il ROC non è stato sospeso. Se ci sono atleti che si sono qualificati, essi concorreranno come squadra del ROC, così come solo il ROC può portare gli atleti alle Olimpiadi, non c'è una squadra della federazione internazionale, ma una squadra del Comitato Olimpico Nazionale», ha confermato Bach.

Egli ha aggiunto che quegli atleti russi che si qualificheranno per le olimpiadi potranno parteciparvi solo sotto la bandiera russa.

 

Correlati:

Spiegel: il CIO potrebbe escludere in toto la Russia dalle Olimpiadi di Rio
Zika, Oms: rischi molto bassi di diffusione globale con Olimpiadi
Olimpiadi, scoperto pericoloso "super batterio" nelle acque di Rio de Janeiro
Tags:
doping, Olimpiadi - Rio de Janeiro 2016, IAAF, Brasile
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik