08:30 25 Novembre 2017
Roma+ 12°C
Mosca-6°C
    Il ministro dello sviluppo economico italiano Carlo Calenda ed il vice premier russo Arkady Dvorkovich

    SPIEF, 340 proposte di Made With Italy, ma deve crescere anche il Made With Russia

    © Foto: Eurasiatx
    Mondo
    URL abbreviato
    Business Finanza (8)
    132023

    Al Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo il ministro dello sviluppo economico italiano, Carlo Calenda, sottolinea le possibilità della cooperazione incrociata tra Italia e Russia, aprendo le porte al coinvolgimento delle regioni.

    "Fino a oggi le nostre relazioni commerciali si sono concentrate tra Mosca e San Pietroburgo nel 60% dei casi. Il prossimo obiettivo è coinvolgere le altre regioni, per questo stiamo lavorando con il Governo centrale russo e con i diversi governatori su 340 proposte legate a progetti di investimento comune. Con il ‘Made with Italy' si può fare molto di più ma un altro elemento di crescita può essere dato anche in casa nostra con il ‘Made with Russia'.

    Lo ha detto oggi al Forum di San Pietroburgo, alla tavola rotonda sulla cooperazione italo-russa organizzata dall'Associazione Conoscere Eurasia, il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda. "Queste proposte che saranno esaminate entro l'anno con un'operatività a partire dal 2017, possono essere una risorsa importante anche per le Pmi italiane".

     

    Tema:
    Business Finanza (8)

    Correlati:

    Russia e Italia unite dal “Made with Italy”
    Italia-Russia, Renzi: lavoriamo per costruire ponti
    Dall'Italia un sostegno alle startup russe
    Tags:
    Spief 2016, Carlo Calenda, Arkadiy Dvorkovich, San Pietroburgo
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik