Widgets Magazine
19:51 23 Ottobre 2019
Bandiere degli USA e della Russia

Sanzioni contro la Russia: l’UE paga il prezzo più alto

© Fotolia / KLimAx Foto
Mondo
URL abbreviato
7412
Seguici su

Le sanzioni contro la Russia hanno danneggiato gli interessi dell'Europa, mentre la quota degli USA nel giro d’affari con la Russia è diventato più alto che mai. Lo ha fatto sapere Bloomberg.

"Nonostante il fatto che due anni fa, in relazione alla situazione in Ucraina, Washington ha varato l'iniziativa di introdurre le sanzioni occidentali contro la Russia, gli USA sono diventati il quinto partner della Russia per volume di commercio estero al di fuori dello spazio post-sovietico", si legge nell'articolo di Bloomberg.

Il materiale indica che ciò è dovuto al fatto che il volume degli scambi tra la Russia e gli USA negli ultimi tempi è diminuito più lentamente rispetto a quello degli altri paesi. Al momento la quota USA nel commercio estero russo è salita del 4,1%, che è leggermente inferiore a quella dell'Italia. I tre partner principali di Mosca sono Cina, Germania e Paesi Bassi, le cui quota nel commercio russo sono rispettivamente del 13,8%, 8,8% e 7,3%.

"L'Unione Europea, a sua volta, si fa carico del fardello della guerra commerciale con Mosca", osserva Bloomberg. A causa delle sanzioni da ambo le parti gli scambi tra la Russia e l'UE, secondo alcune stime, si sono ridotte di 100 miliardi di euro.

Correlati:

Paolo Romani: le sanzioni sono scientificamente inutili
USA ed Europa hanno opinioni diverse sul prolungamento delle sanzioni contro la Russia
Sanzioni, Italia ponte fra Russia ed Europa?
Tags:
Sanzioni, Affari, commercio, Cooperazione economica, Cooperazione con la Russia, Sanzioni alla Russia, Rapporti USA-Russia, Rapporti Russia-UE, Bloomberg, Unione Europea, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik