18:00 05 Dicembre 2019
Vice segretario generale della NATO Alexander Vershbow

NATO potrebbe intervenire nella campagna USA contro Isis in Medio Oriente

© AP Photo / Antonio Calanni
Mondo
URL abbreviato
6117
Seguici su

In futuro la NATO potrebbe prendere parte alla lotta contro i terroristi dello "Stato Islamico" (Daesh) all'interno della coalizione militare guidata dagli Stati Uniti in Medio Oriente, ha affermato il vice segretario generale dell'Alleanza Atlantica Alexander Vershbow.

Il vice segretario della NATO ha parlato oggi in occasione dell'apertura del 11° Forum di Sicurezza Internazionale, organizzato dal Centro di Ginevra per la politica di sicurezza.

"In futuro la NATO potrebbe partecipare direttamente nell'operazione antiterrorismo guidata dagli USA in Medio Oriente, fornendo supporto di intelligence, possibilmente tramite gli aerei di ricognizione dotati del sistema AWACS per fornire appoggio ai raid della coalizione", — ha detto.

Vershbow ha riferito che l'Alleanza su richiesta del primo ministro dell'Iraq ha inviato a Baghdad una task force per valutare la possibilità di espandere la missione della NATO per l'addestramento dei militari iracheni.

In aggiunta Alexander Vershbow ha dichiarato che la Russia rimane la principale minaccia per la NATO, anche se l'Alleanza Atlantica non rinuncia alla possibilità di riprendere il dialogo strategico con Mosca.

Correlati:

Nel 2016 la NATO aumenterà di 3 miliardi $ le spese per la difesa
Mosca: riprendere subito i negoziati tra le parti siriane. No ad operazione NATO in Libia
Die Zeit: la NATO sta per compiere il più grande errore della sua storia
Per ex cancelliere Schröder un errore per la Germania discutere i piani NATO nel Baltico
Tags:
ISIS, Difesa, Sicurezza, Terrorismo, Coalizione USA anti ISIS, NATO, Alexander Vershbow, USA, Medio Oriente, Iraq
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik