18:09 24 Febbraio 2020
Mondo
URL abbreviato
4302
Seguici su

Nel 2016 l’Ucraina perderà 1,3 miliardi di dollari a causa delle restrizioni commerciali della Russia. Tale informazione è contenuta nel rendiconto sulla stabilità finanziaria della Banca Nazionale ucraina.

La Banca Nazionale ha fatto presente che dall'inizio del 2016 la Russia ha sospeso le attività della zona di libero scambio con l'Ucraina. Inoltre, Mosca ha introdotto l'embargo sulle forniture delle derrate alimentari ucraine ed ha ridotto il transito delle merci provenienti dall'Ucraina e dirette verso l'Asia Centrale ed Orientale.

Il documento rileva che la quota della Russia nelle esportazioni dell'Ucraina si è ridotta del 12,1% nel 2015 e del 7,5% nel primo trimestre del 2016.

"Il divieto d'accesso al mercato russo per le merci ucraine si ripercuote negativamente sui settori chiave dell'economica ucraina", indica il documento, che prevede una perdita per l'export di 1,3 miliardi di dollari o del 31% per l'anno in corso.

Dal primo gennaio Mosca ha introdotto l'embargo alimentare contro Kiev. L'introduzione delle sanzioni è legata all'ingresso dell'Ucraina nella zona di libero scambio con l'UE.

Correlati:

L'Olanda vuole escludere l'Ucraina dai finanziamenti della UE
L’Ucraina è disposta a comprare il gas dalla Russia. Ma ad una condizione...
FMI potrebbe ridurre tranche del prestito per l'Ucraina
Tags:
Embargo alimentare, relazioni economiche, Economia di mercato, Economia, Crisi in Ucraina, Sanzioni, Area di libero scambio UE-Ucraina, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook