14:37 19 Aprile 2019
Roma, Italia

Italia: presunto 007 russo arrestato a Roma in attesa di estradizione in Portogallo

© Sputnik . Alexander Vilf
Mondo
URL abbreviato
1311

La Corte d’appello di Roma ha rinviato al 30 giugno l’esame della richiesta d’estradizione su richiesta del Portogallo per il cittadino russo arrestato nella capitale italiana per spionaggio. Lo ha reso noto l’agenzia Ansa.

In precedenza, l'udienza era stata fissata per oggi.

Secondo l'Ansa, la richiesta di rinviare la decisione è stata avanzata dalla difesa del cittadino russo che ha intenzione di utilizzare questo tempo per valutare la possibilità di richiedere l'immunità diplomatica.

Alla fine di marzo alcuni media italiani e portoghesi hanno reso noto che, su richiesta di Lisbona, a Roma è stato arrestato l'alto funzionario dell'Intelligence portoghese ed ex capo del servizio antiterroristico Frederico Manuel Carvalhao Gil. È sospettato di aver consegnato dei documenti segreti allo 007 russo che per questo è stato arrestato. Successivamente i media hanno divulgato il nome del presunto agente segreto russo: Sergey Nicolaevich Pozdnyakov.

Frederico Manuel Carvalhao Gil, su decisione del tribunale, è stato estradato in Portogallo il 5 giugno.

In precedenza, l'addetto stampa dell'ambasciata russa a Lisbona, Evgenij Skobkarev, ha riferito a RIA Novosti le autorità portoghesi non hanno comunicato all'ambasciata russa le generalità del cittadino russo arrestato a Roma, così come la stessa detenzione di un cittadino russo, sottolineando che tutte le informazioni relative al suo nome e alla sua nazionalità provengono esclusivamente dei media.

Correlati:

Comandante NATO in Europa "insoddisfatto" dello spionaggio militare contro la Russia
Console Generale in Turchia conferma arresto 2 russi ad Istanbul: accusati di spionaggio
Nuovo centro di contro spionaggio Nato in Polonia
Tags:
Udienza, Tribunale, Servizi segreti, estradizione criminali, Russia, Portogallo, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik