00:47 02 Marzo 2021
Mondo
URL abbreviato
5180
Seguici su

L’ONU deve introdurre pesanti sanzioni contro quei paesi che permettonoai terroristi in Siria di ricevere armi e finanziamenti. Lo ha dichiarato oggi l’ambasciatore della Siria a Mosca, Riyad Haddad.

"Vorrei confermare la necessità di chiudere il confine turco-siriano e proibire il trasferimento di armi e finanziamenti ai terroristi destinati al compimento di attività terroristiche, nonché la necessità di adottare pesanti sanzioni nei confronti di quei paesi che lo permettono", ha dichiarato l'ambasciatore siriano nel corso della seduta del gruppo parlamentare per la difesa dei valori cristiani.

Secondo Haddad, la Russia è stata la prima a "smascherare il complotto contro la Siria e a definire l'ordine della lotta al terrorismo", aggiungendo che "la sua posizione è costante e sostanziale".

In conclusione l'ambasciatore siriano ha ringraziato l'amministrazione russa e il presidente Putin per "ogni genere di aiuto che Mosca ha offerto al popolo siriano".

Correlati:

Lotta al terrorismo, al via a Teheran trilaterale Iran-Russia-Siria
Siria, Mosca tende mano a Giordania: cooperazione rivelante per risolvere conflitto
Da una squadra di calcio turca lettera alla famiglia del pilota russo morto in Siria
Tags:
ISIS, Sanzioni, Finanziamenti al terrorismo, Supporto ai terroristi, Terrorismo, Lotta al terrorismo, Situazione in Siria, situazione in Medio Oriente, ONU, Vladimir Putin, Siria, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook