11:35 29 Gennaio 2020
Mondo
URL abbreviato
346
Seguici su

Le autorità israeliane hanno severamente irrigidito le misure di sicurezza inseguito all’attacco terroristico. Il governo ha revocato il permesso d’ingresso nel paese per ottantatre palestinesi che si accingevano a visitare Israele durante il periodo del ramadan.

Secondo il quotidiano Haaretz, la maggior parte dei palestinesi aveva intenzione di andare a far visita ai propri parenti durante le festività musulmane. Inoltre, è stata ritirata l'autorizzazione alla visita di Gerusalemme per gli abitanti della Striscia di Gaza.

L'introduzione di tali misure restrittive è stata decisa dopo che due guerriglieri hanno compiuto un attentato terroristico nel centro di Tel Aviv. Ieri sera due palestinesi armati hanno aperto il fuoco all'interno di un centro commerciale che si trova vicino al ministero della Difesa. Nell'attacco sono morte 4 persone e 5 sono rimaste gravemente ferite. Entrambi gli attentatori sono stati arrestati dalla polizia.

L'attentato terroristico è stato rivendicato da Hamas.

Correlati:

USA hanno promesso ad Israele il più grande pacchetto di aiuti militari nella storia
Putin: nuove prospettive nei rapporti commerciali Russia-Israele
Russia-Israele, oggi Netanyahu incontra Putin
Tags:
Minaccia terrorismo, cellule terroristiche, Terrorismo, sicurezza nazionale, Misure restrittive, Misure preventive, Attentato terroristico, situazione in Medio Oriente, Hamas, Palestina, Israele
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik