00:04 23 Novembre 2019
Spiaggia semi-vuota ad Antalya (Turchia)

Turismo in Turchia: situazione sempre più catastrofica

© Sputnik . Vladimir Vyatkin
Mondo
URL abbreviato
6320
Seguici su

Gli ospiti russi che hanno visitato le località più popolari nei primi cinque mesi di quest’anno raggiungono a stento i 21 mila, ovvero il 4% rispetto agli anni passati. Secondo l’agenzia Dogan, ad Adalia da gennaio a maggio sono arrivati 1,5 milioni di turisti: il 42% in meno rispetto allo stesso periodo del 2015.

La maggior parte dei turisti stranieri — 582 mila — è costituita da cittadini tedeschi, tuttavia, a differenza dello scorso anno, la loro quantità si è ridotta del 30%. Gli olandesi sono al secondo posto per quantità di visitatori di Adalia nei primi cinque mesi del 2016, ma ridotti del 33% rispetto al 2015.

L'ex sindaco di Adalia, Mustafa Akadin, in un'intervista a Sputnik Turchia ha la situazione.

"È la prima volta che vedo una situazione tanto catastrofica in 36 anni che vivo ad Adalia. La crisi del settore turistico è stato provocata, soprattutto, dal raffreddamento dei rapporti con la Russia e l'aggravarsi dei problemi legati alla sicurezza nel nostro paese."

"Il settore turistico è uno dei più fragili ed influenzato da diversi fattori. Naturalmente, le conseguenze degli eventi, in primo luogo, hanno colpito proprio il turismo. Essendo il sindaco di Adalia al tempo che la situazione in Siria è precipitata, ho organizzato un simposio dedicato alla minaccia di guerra nella regione e le sue possibili conseguenze per il settore del turismo. Avevo previsto uno scenario simile tre anni fa, e ora, purtroppo, questo scenario è diventato realtà. Questa situazione ha avuto un grave impatto negativo non solo sul turismo, ma anche sul settore agricolo a causa di una serie di sanzioni economiche. E dato che il turismo e l'agricoltura sono strettamente collegati tra loro, siamo attualmente in una posizione molto difficile."

"Mi auguro sinceramente che questa crisi venga presto superata. La responsabilità principale spetta ai politici. Sono sicuro che tra russi e turchi, nonché tra i cittadini tedeschi e degli altri paesi europei e i cittadini turchi non c'è nessuna ostilità o risentimento reciproco. L'unica responsabile per il deterioramento delle relazioni tra i due paesi e la crisi attuale è la politica del governo".

"Adalia ha perso questa stagione turistica. Si, attualmente, ci sono una serie di mercati attivamente in via di sviluppo, come Iran, Israele, Ucraina. Ma la ricerca e la valorizzazione dei mercati alternativi e lo sviluppo di progetti di marketing richiedono spese significative e anni di lavoro. Vorrei ricordare che il consolidamento delle posizioni della Turchia sul mercato russo nel periodo precedente alla crisi erano il risultato degli sforzi di molti anni, realizzati grazie alla situazione di pace, amicizia e reciproca fiducia tra i due paesi".

Correlati:

Turismo in Turchia: a mali estremi, estremi rimedi
Giornalista locale rivela i 4 motivi che stanno uccidendo il turismo in Turchia
Turismo: la Grecia spera di sostituire Turchia ed Egitto per i russi
Tags:
turismo, Relazioni Russia-Turchia, Turisti russi, Situazione in Turchia, Paesi Bassi, Germania, Russia, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik