15:34 16 Dicembre 2017
Roma+ 13°C
Mosca+ 4°C
    Ritratto del pilota russo Oleg Peshkov morto in Siria

    Da una squadra di calcio turca lettera alla famiglia del pilota russo morto in Siria

    © REUTERS/ Maxim Zmeyev
    Mondo
    URL abbreviato
    8280

    A Mosca si è concluso il 6° campionato del mondo di calcio tra gli artisti del festival calcistico-musicale "Art-Footbal". Vi hanno partecipato squadre provenienti da 16 Paesi.

    Ha vinto la squadra iraniana. Durante l'evento, i partecipanti turchi si sono rivolti agli organizzatori con la richiesta di consegnare alla famiglia del pilota russo Oleg Peshkov morto in Siria una lettera di scuse e condoglianze per la sua tragica scomparsa.

    La lettera con le scuse
    © Sputnik. AMUR GADJİYEV
    La lettera con le scuse

    "Salve,

    siamo attori, cantanti e sportivi, dal 2013 rappresentiamo la Turchia all'evento "Art-Football". Negli ultimi 4 anni veniamo con gioia nel vostro Paese, ripartiamo con bei ricordi. Perché in questo tempo abbiamo visto quanto bene siamo stati trattati dal popolo russo, abbiamo instaurato buone relazioni d'amicizia.

    Siamo contenti di aver partecipato a quasi tutte le attività della fondazione di beneficenza "Sotto la bandiera del bene."

    Siamo impegnati per l'amicizia e la pace.

    Le relazioni tra i due Paesi erano al più alto livello sia dal punto di vista politico che umanitario. Ma ad un certo punto è successo qualcosa che nessuno, soprattutto il popolo turco, non voleva. Dopo questi eventi, quando ci hanno chiesto se potevamo venire a questo evento, abbiamo subito risposto "sì".

    Grazie a questo evento, siamo arrivati qui ed abbiamo avuto la possibilità di esprimere l'opinione del popolo turco. Vogliamo sottolineare che questi eventi ci hanno molto rattristato come voi. Volevamo farvi visita e personalmente esprimere i propri sentimenti, ma gli organizzatori ci hanno detto che vivete lontano e ci hanno chiesto di scrivere una lettera. Abbiamo deciso di scrivere questa lettera e trasmettere i nostri sentimenti così.

    Dal primo giorno che siamo arrivati ci siamo resi conto che nulla può influenzare negativamente i rapporti tra i due Paesi. Rassicuratevi che saremo felici se, dopo aver letto questa lettera, diminuirà il vostro dolore anche per un solo secondo. Sappiamo che il vostro dolore non potrà mai passare, ma siamo certi che a noi e al popolo turco piacerebbe che questo fatto non si fosse mai verificato. Speriamo che questa lettera anche per un solo secondo attenui il vostro dolore.

    La lettera con le scuse
    © Sputnik. AMUR GADJİYEV
    La lettera con le scuse

    Sappiate che tutti le preghiere dei turchi sono per voi.

    Con rispetto, la squadra della Turchia."

    Correlati:

    Turchia, anche gli studenti chiedono scusa alla Russia come il poeta Haydar
    Poeta turco si scusa davanti ai russi per l'abbattimento del jet russo in Siria
    Tags:
    Solidarietà, Società, Abbattimento caccia russo Su-24, jet abbattuto in Siria, Abbattimento jet russo, Oleg Peshkov, Russia, Turchia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik