17:52 01 Marzo 2021
Mondo
URL abbreviato
881
Seguici su

La Russia non ha rinunciato del tutto ne al progetto “Turkish Stream”, ne al “South Stream”, ha solo bisogno di una chiara posizione della Commissione europea. Lo ha dichiarato il presidente Vladimir Putin in una conferenza stampa dopo i colloqui con il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu.

"Questo riguarda le rotte di esportazione (del gas, ndr) sotto il Mar Nero. Ci sono alcune difficoltà di natura politica in Turchia, è noto. Ma sicuramente non rinunciamo a nessuno dei progetti: ne al "South Stream", ne al "Turkish Stream". Abbiamo bisogno solo di una chiara posizione della Commissione europea: chiara, comprensibile, non ambigua. Ancora non l'abbiamo ricevuta su nessuno di questi progetti", ha dichiarato Putin.

La Russia nel dicembre 2014, a causa della posizione poco costruttiva della UE, ha annunciato la sospensione del progetto "South Stream", che sarebbe dovuto passare attraverso Bulgaria, Serbia, Ungheria, a favore di un nuovo gasdotto verso la Turchia ("Turkish Stream"). Tuttavia, questo progetto è stato congelato sullo sfondo del raffreddamento delle relazioni politiche tra Mosca e Ankara.

Correlati:

Cremlino: nessuna proposta dalla Russia per la UE sul gasdotto “South Stream”
La Bulgaria intende riprendere i colloqui su "South Stream"
Gas, UE detta le condizioni per riprendere il progetto “South Stream”
La Turchia ritiene necessario discutere con la Russia il Turkish Stream
Tags:
Progetti, Gas della Russia, gasdotto, Costruzione Turkish Stream, South Stream, Commissione Europea, Vladimir Putin, Unione Europea, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook