20:58 22 Aprile 2019
Il castello Nido di Rondine, Crimea

La Crimea russa è la vera decomunizzazione dell’Ucraina

© Sputnik . Konstantin Chalabov
Mondo
URL abbreviato
9462

Le autorità di Kiev dovrebbero considerare la riunificazione della Crimea con la Russia come l'inizio di una vera e propria decomunizzazione dell’Ucraina. Lo ha dichiarato il governatore della Crimea, Sergey Aksenov, intervenendo al secondo Forum di Livadia dedicato ai problemi e alle prospettive del mondo russo.

Attualmente in Ucraina, nell'ambito della legge sulla decomunizzazione, sta avvenendo lo smantellato dei monumenti di epoca sovietica, ribattezzando strade, villaggi e città. Aksenov ha ricordato i territori che l'Ucraina ereditato dall'era sovietica.

«La Crimea, le regioni a sud-est e occidentali sono quasi la metà del territorio dello stato ucraino indipendente del 1991. Dunque i nazisti ucraini dovrebbero interpretare la riunificazione della Crimea alla Russia e la perdita della Nuova Russia come il vero inizio della decomunizzazione dell'Ucraina», ha affermato Aksenov.

Fino al 1954, la Crimea faceva parte dell'allora Repubblica Socialista Federativa Sovietica Russa e soltanto dopo è stata trasferita all'Ucraina. Nel marzo 2014, la Crimea e Sebastopoli tornano ad essere regioni russe: la riunificazione con la Russia al referendum è stata sostenuta dal 96,77% degli abitanti della Crimea e dal 95,6% di quelli di Sebastopoli. L'Ucraina continua a considerare la Crimea di sua proprietà e territorio occupato. i paesi occidentali, inoltre, non hanno riconosciuto l'esito del referendum, insistendo sul ritorno della Crimea all'Ucraina e a tal proposito hanno introdotto le sanzioni contro la Russia. Mosca ha ripetutamente dichiarato che gli abitanti della Crimea hanno fatto una scelta nel pieno rispetto del diritto internazionale e dello statuto delle Nazioni Unite.

Correlati:

Kiev minaccia Gorbaciov per sostegno a riunificazione della Crimea con la Russia
I parlamentari italiani in Crimea per l'Ucraina sono terroristi filorussi
USA: revocare le sanzioni alla Russia solo se la Crimea torna all’Ucraina
Tags:
decomunizzazione, Riunificazione della Crimea alla Russia, Situazione in Ucraina, Sergej Aksenov, Russia, Crimea
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik