18:49 21 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
11115
Seguici su

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama è intervenuto davanti ai nuovi ufficiali dell'Accademia aeronautica militare del Colorado. Il suo discorso è stato rimarcatamente dai toni pacifici.

In particolare ha definito la diplomazia come uno dei principali mezzi per raggiungere gli obiettivi di politica estera, piuttosto che l'azione militare, ed ha dichiarato che gli Stati Uniti "non verseranno il loro sangue" in Siria.

Tuttavia in precedenza, parlando ai giovani soldati, Obama aveva ripetutamente sostenuto la legittimità dell'impiego delle forze armate all'estero, definendo la nazione americana "insostituibile" e attribuendole il diritto di intervenire in qualsiasi conflitto nel mondo.

Discorso all'Accademia Militare di West Point, 28 maggio 2014

"Quando nelle Filippine infuria il tifone, quando in Nigeria vengono rapite le studentesse, quando uomini col volto coperto occupano gli edifici in Ucraina, chiedono aiuto all'America. Pertanto gli Stati Uniti sono e rimangono l'unico Paese indispensabile. Così è stato nel secolo scorso, così sarà in futuro."

"Le aggressioni regionali fuori controllo, in Ucraina orientale, nel Mar Cinese Meridionale o in qualsiasi altro luogo, alla fine colpiscono i nostri alleati, che possono richiedere il nostro intervento militare. Non possiamo ignorare quello che accade al di fuori dei nostri confini".

"Il parere della comunità internazionale significa molto per noi, ma l'America non dovrebbe mai chiedere il permesso sulla difesa del nostro popolo, del nostro Paese e del nostro stile di vita".

Discorso all'Accademia Aeronautica in Colorado, 23 maggio 2012

"Grazie al nostro progresso, le persone in tutto il mondo si atteggiano in modo diverso nei riguardi dell'America. Quando alla gente di tutto il mondo chiedono quale Paese ammira di più, al primo posto c'è una nazione: gli Stati Uniti d'America".

"Dopo tutto questo (le difficoltà incontrate dagli Stati Uniti nella Grande Depressione e durante la guerra del Vietnam, ndr), possiamo concludere che la gente comprende una verità assoluta: mai scommettere contro gli Stati Uniti. Una delle ragioni di questo è il fatto che gli Stati Uniti sono stati e resteranno sempre l'unica nazione indispensabile sulla scena mondiale".

"Questo è il secolo dell'America, perché nessun'altra nazione ricopre il suo ruolo sulla scena mondiale e nessun'altra nazione è in grado di svolgere questo ruolo."

Discorso all'Accademia Militare di West Point, 22 Maggio 2010

"Nel prossimo futuro la minaccia (del terrorismo islamico, ndr) non avrà scampo, ma cerchiamo di chiamare le cose col loro nome: "Al-Qaeda" ed i loro affiliati sono poche persone dal lato sbagliato della storia. Non guidano una nazione. Non sono alla guida di una religione. Non dobbiamo cedere alla paura ogni volta che un terrorista cerca di spaventarci".

"Noi, gli Stati Uniti, abbiamo rigenerato la nostra unione, abbiamo sconfitto il fascismo ed abbiamo passato il comunismo."

"L'America non combatte per l'amore della guerra. Aborriamo la guerra. Noi ci battiamo perché dobbiamo."

Tags:
Politica Internazionale, Geopolitica, Barack Obama, Cina, Russia, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook