16:04 23 Settembre 2018
Euro

900 milioni € il costo delle frodi ai danni della UE nel 2015

© Fotolia / Eyetronic
Mondo
URL abbreviato
140

Il bilancio dell'Unione Europea ha perso quasi 900 milioni di euro nel 2015 nell'ambito di fondi prelevati e spesi per altri scopi o tramite schemi "grigi", si legge in un rapporto del dipartimento europeo per la lotta contro le frodi (OLAF).

"Come parte delle sue raccomandazioni, l'OLAF ha rilevato le condizioni dei fondi del bilancio UE impropriamente spesi. Nel 2015 sono stati registrati 364 casi, stimati in 888,1 milioni di euro", — Russia Today riporta una citazione del report.

Il più grande numero di attività fraudolente nel 2015 è stato registrato in Romania, Bulgaria, Grecia e Ungheria. Nei primi due Paesi si valuta l'appropriazione indebita dei fondi del programma per lo sviluppo delle zone agricole e degli allevamenti (SAPARD).

Come riportato nel 2014, a seguito di vari frodi il bilancio della UE ha perso 901 milioni di euro.

Correlati:

Tusk: lo spettro della disgregazione si aggira per l'Europa
Tags:
Economia, Finanze, Commissione Europea, Unione Europea, UE
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik