15:04 24 Settembre 2018
Jens Stoltenberg, segretario generale della NATO

Stoltenberg: aumento significativo delle spese NATO per minaccia russa e profughi

© AP Photo / Virginia Mayo
Mondo
URL abbreviato
12117

Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha dichiarato che le spese per la difesa dell'Alleanza Atlantica in Europa aumenteranno in modo significativo nel 2016 per la "minacce della Russia" e la crisi migratoria che colpisce i Paesi europei, scrive il giornale "Financial Times".

"Le previsioni per il 2016, sulla base dei dati dei membri dell'Alleanza, mostrano che questo sarà il primo anno in cui si registra un aumento delle spese degli alleati europei dopo molti anni", — il giornale riporta le parole di Stoltenberg.

Non vengono riportate cifre concrete sulle spese della NATO nel corso dell'anno, tuttavia la loro crescita trova riscontro nelle dichiarazioni di diversi Paesi europei. I cambiamenti più significativi, osserva il giornale, si registrano nei Paesi Baltici.

Ad esempio la Lettonia ha aumentato le spese militari di circa il 60%, la Lituania del 35%, mentre l'Estonia del 9%. Aumenterà del 9% il budget militare della Polonia, che ha il maggiore esercito in Europa orientale.

A sua volta il Pentagono prevede di inviare nel 2017 per realizzare le cosiddette "iniziative di sicurezza europea" circa 3,4 miliardi di dollari. L'anno precedente erano stati stanziati 789 milioni di dollari.

Secondo Stoltenberg, problemi nel garantire i bisogni dell'Alleanza potrebbero sorgere con l'uscita del Regno Unito dalla UE, dal momento che è il più grande membro europeo della NATO e il secondo più grande contribuente dopo gli Stati Uniti. Inoltre Londra ha un ruolo "fondamentale" nel tandem NATO-UE.

In seguito, commentando le parole del segretario generale della NATO sull'aumento della spesa militare, il vicepresidente della commissione Esteri della Duma e vicepresidente della camera bassa del Parlamento russo Alexander Romanovich ha detto che l'Alleanza sta facendo di tutto per provocare la Russia. Il deputato ha affermato che la Russia ha sempre sostenuto il dialogo con l'Occidente.

"Agiscono nel quadro della politica che si sono definiti: l'espansione della NATO e il miglioramento della prontezza al combattimento," — ha detto a RIA Novosti Romanovich, aggiungendo che "le dichiarazioni di Stoltenberg non rappresentano nulla di nuovo."

Correlati:

Peskov: la Russia ha sempre sostenuto il dialogo con la NATO
"Svezia si avvicina alla NATO per "spaventare" la Russia"
Londra potrebbe inviare divisione di tank nei Paesi Baltici secondo programma NATO
La possibile cooperazione NATO-UE turba la Russia
Per il Financial Times la NATO come Erdogan: "Mar Nero può diventare lago russo"
Ex generale UK shock: "quest'anno guerra nucleare con Russia se NATO non si rafforza"
Tags:
Immigrazione, Difesa, Geopolitica, Finanze, Sicurezza, Crisi dei migranti, Pentagono, Alexander Romanovich, Jens Stoltenberg, Europa, Russia, Paesi Baltici
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik