05:06 21 Maggio 2018
Roma+ 16°C
Mosca+ 6°C
    Esplosione in Libia

    Libia, caccia di Misurata distruggono obiettivo Daesh

    © REUTERS / Esam Omran Al-Fetori
    Mondo
    URL abbreviato
    0 50

    I velivoli libici decollati hanno distrutto un camion bomba nella zona di al Ashrin, a 20 chilometri ad ovest dalla città libica. Nei piani dei terroristi, il mezzo avrebbe dovuto saltare in aria all’arrivo delle milizie locali per fermarne l’avanzata verso la roccaforte jihadista di Sirte.

    Il raid ha colpito non solo l'obiettivo strategico, su cui viaggiavano due persone, ma anche altri due mezzi che per che percorrevano la via principale della zona. L'attacco ha così permesso di neutralizzare un nuovo attentato rivolto alle truppe di Misurata — come riportato dall'agenzia di stampa libica "al Tadhamoun" —, che puntava a rallentarne l'avanzata verso Sirte.

    Dall'altra parte le milizie di Misurata hanno messo in sicurezza la via che da sud porta a Sirte tramite la brigata 166 a Wadi al Lud, liberando il campo dalle mine piazzate dai combattenti del Daesh.

    È ormai un assedio congiunto quello portato avanti dalle truppe fedeli al governo di unità nazionale e dal corpo delle guardie petrolifere (Pfg), a protezione della cosiddetta Mezzaluna, contro gli uomini del Daesh che sono retroceduti sino alla loro capitale di Sirte, mentre la maggior parte dei civili è fuggita per paura degli scontri in città.

    L'operazione "Costruzione sicura" prosegue cingendo il Daesh dalla parte costiera della Tripolitania e dal distretto di al Jafra, a sud del Golfo della Sirte, mentre dalla Cirenaica le milizie che difendono i siti della Mezzaluna petrolifera libica, guidate dal discusso leader locale Ibrahim Jadhran, hanno ripreso nelle scorse ore il villaggio di al Nawafiliya: seconda roccaforte del Daesh dopo Sirte.

    Correlati:

    "Improbabile sostegno della Russia ad azioni unilaterali della NATO in Libia"
    Guerra in Libia, forze di Misurata pronte per avanzare verso Sirte
    Libia, milizie locali riprendono terreno contro Daesh
    Tags:
    ISIS, lotta contro il terrorismo, Libia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik