05:26 16 Ottobre 2018
Recep Tayyip Erdogan

Erdogan ha accusato la Russia di fornire armi ai curdi

© AP Photo / Francois Mori
Mondo
URL abbreviato
14123

Il presidente turco Tayyip Erdogan ha dichiarato che la Russia fornirebbe armi al Partito dei Lavoratori del Kurdistan (PKK), considerato illegale in Turchia.

"Ora i terroristi del PKK hanno a disposizione armi e e razzi che sono stati forniti dalla Russia. I separatisti hanno in dotazione questi armamenti. Queste armi vengono consegnate attraverso la Siria e l'Iraq", — ha detto ai giornalisti Erdogan a bordo dell'aereo presidenziale durante il volo verso la città di Diyarbakir, situata nel sud-est della Turchia, riporta le sue parole il quotidiano "Star".

Il vice ministro degli Esteri russo Mikhail Bogdanov aveva precedentemente smentito l'informazione secondo cui Mosca fornirebbe di armi i curdi siriani. Allo stesso tempo il Consolato Generale russo ad Erbil, in Iraq, ha dichiarato a RIA Novosti che Mosca aveva consegnato ai curdi iracheni i lanciarazzi anti-aerei "ZU-23-2" e munizioni. Allo stesso tempo l'ambasciatore russo in Iraq Ilya Morgunov in un'intervista con RIA Novosti aveva osservato che le forniture di armi alle unità dei peshmerga curdi avvenivano in coordinamento con il governo centrale iracheno.

Correlati:

La Russia ha consegnato il primo lotto di armi ai curdi iracheni
Tags:
Armi, Curdi, PKK, Mikhail Bogdanov, Recep Erdogan, Russia, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik