15:40 17 Ottobre 2018
Petr Poroshenko

Poroshenko risponde a Putin sulla questione del Donbass

© Sputnik . Mikhail Palinchak
Mondo
URL abbreviato
22257

Le elezioni nel Donbass saranno possibili solo dopo la chiusura della frontiera, l'introduzione di una missione armata dell’OSCE e la risoluzione dei problemi di sicurezza. Non ci sono alternative. Lo ha dichiarato oggi il presidente ucraino Petro Poroshenko, commentando la posizione di Putin espressa ieri ad Atene.

«Ieri Putin ha detto che dovremmo attuare una cosiddetta risoluzione politica, tenere le elezioni e poi impegnarci in un cessate il fuoco e nel controllo della ripresa», ha detto Poroshenko in occasione degli eventi dedicati alla Giornata delle guardie di frontiera e ha aggiunto che la questione della difesa del confine orientale e la ripresa del controllo ucraino sono la chiave per l'attuazione degli accordi di Minsk.

«Gli accordi di Minsk prevedono espressamente il ritiro delle forze di occupazione da tutto il territorio ucraino, la ripresa del controllo entro i confini statali, l'introduzione di una missione armata internazionale dell'OSCE solo allora terremo le elezioni che soddisfino gli standard internazionali dell'OSCE. Non ci sarà altro. Su questo sono intransigente», ha detto Poroshenko.

Correlati:

Le dichiarazioni di Putin ad Atene
Donbass: ispettori dell’OSCE sotto attacco. Nessun ferito
Peskov chiarisce le idee a Poroshenko riguardo le sue intenzioni per Donbass
Tags:
Petro Poroshenko, Controllo alle frontiere, Sicurezza, elezioni, accordi di Minsk, dichiarazioni, Situazione nel Donbass, Vladimir Putin, Donbass, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik