08:31 16 Luglio 2018
Thomas de Maiziere, il ministro degli Interni della Germania

Germania: crescono i crimini contro i migranti

© REUTERS / Hannibal Hanschke
Mondo
URL abbreviato
7171

Il ministro tedesco degli Interni, Thomas de Maizière, ha parlato di una crescita significativa dei crimini contro i profughi in Germania, condannando duramente questo fenomeno.

«Già nel 2015 il numero delle aggressioni ai migranti e ai centri d'accoglienza era quintuplicato: da 199 casi si era passati a 1031. Nei primi mesi del 2016 la situazione è ulteriormente peggiorata. Da gennaio sono stati registrati 449 assalti ai rifugi per profughi, di cui 82 con l'uso della forza. Oltre che ai rifugi, sono stati registrati altri 654 reati contro i profughi stessi, 107 dei quali sono stati atti di violenza», ha dichiarato de Maizière in un'intervista a Funke.

Secondo il ministro, una minima parte dei crimini è rappresentata dagli insulti in internet, che lo ha definito un fenomeno del tutto nuovo. De Maizière crede che la crisi dei migranti abbia agito da catalizzatore di tali crimini, dividendo il paese e per certi versi abbassando ulteriormente «la barriera psicologica» verso l'uso della violenza.

Correlati:

Germania: sempre più migranti si convertono al Cristianesimo
In Germania uomo accoltella 5 persone al grido "Allah Akbar"
Germania: presentato il manifesto anti-islamco del partito ‘Alternativa per la Germania’
Tags:
Violenza, Centri per l'accoglienza dei migranti, Flusso migranti, Profughi, Migranti, Crisi dei migranti, Thomas de Maiziere, Germania
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik