02:58 01 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 12
Seguici su

La fregata 'Laplace' della Marina francese è dotata di tre rilevatori, messi a disposizione dalla compagnia francese Alseamar, che saranno utili a trovare i relitti dell’Airbus precipitato nel Mediterraneo. Intanto un funzionario egiziano ha fatto sapere che un segnale proveniente dalla fusoliera dell’aereo sarebbe stato intercettato.

"Laplace" è entrata nell'area di ricerche dell'aereo EgyptAir. La fregata francese parteciperà alle operazioni di ricerche delle scatole nere dell'Airbus 320, inabissatosi nelle acque del Mediterraneo lo scorso 19 maggio. A renderlo noto, l'emittente televisiva egiziana "Sky News Arabia", che ha parlato anche della presenza a bordo di due investigatori dell'Agenzia francese specializzati nelle indagini sugli incidenti aerei.

La nave è provvista di una strumentazione all'avanguardia nel localizzare i segnali radio provenienti dalle scatole nere. Quelli del velivolo civile si troverebbero nei fondali marini a circa 3.000 metri di profondità: tra Alessandria d'Egitto e l'isola greca di Creta. Un sottomarino completo di attrezzature per il recupero dei relitti a grandi profondità potrebbe essere inviato nelle prossime ore dalle autorità francesi.

Intanto proseguono le attività di ricerca delle forze egiziane. Un segnale di emergenza proveniente dal relitto — come confermato da Ayman al Moqadem, responsabile del team investigativo egiziano al quotidiano al Ahram —, è stato rilevato nelle scorse ore dalle strumentazioni in mano agli organi inquirenti locali. Una scoperta che potrebbe portare all'individuazione della fusoliera depositatasi sul fondale del Mar Mediterraneo. L'area di ricerca si è ormai ristretta a circa tre miglia nautiche, circa cinque chilometri, rispetto alle precedenti 40 miglia.

Correlati:

Egitto: localizzata zona delle scatole nere del volo Egyptair MS804
Tags:
scatola nera, Dirottamento aereo Egyptair, Mar mediterraneo, Egitto, Francia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook