01:01 30 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
7114
Seguici su

Il parlamento lettone non sottoporrà al vaglio della commissione la proposta di legge presentata dal partito “Soglasie” che garantirebbe l’assistenza sociale a tutti i reduci della Seconda guerra mondiale, inclusi i veterani dell’Armata Rossa. Lo ha reso noto RIA Novosti.

Attualmente i veterani che rientrano nella categoria "combattenti per l'indipendenza nazionale" ricevono un sussidio mensile. Tra di loro ci sono anche alcuni ex soldati delle SS. I veterani dell'Armata Rossa non ricevono alcun sussidio.

"La proposta di legge presentata da ‘Soglasie' prevedeva la garanzia di assistenza sociale per tutti i reduci della Seconda guerra mondiale, per i cittadini lettoni, indipendentemente dalla loro appartenenza agli eserciti in conflitto", è stato comunicato dal partito.

La proposta di legge prevedeva che lo status di reduce di guerra sarebbe sarebbe stato conferito dalla Direzione per la cittadinanza e l'immigrazione sulla base delle relative documentazioni, invece il governo avrebbe stabilito l'importo del sussidio mensile.Tuttavia il parlamento ha respinto la proposta di legge.

In Lettonia lo status di reduce di guerra non è stabilito da atti normativi.

Correlati:

Sicurezza, Lettonia: il governo approva il "Concetto di difesa nazionale"
Lettonia: cresce il numero di scolari che frequentano le “scuole russe”
Lettonia: tribunale rinvia la registrazione di “Rossiya Segodnya” nel paese
Tags:
Sussidio, Reduci di Guerra, Assistenza sociale, Lettonia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook