Widgets Magazine
23:19 17 Settembre 2019
Nadezhda Savchenko

Il destino della Savchenko non è stato deciso dal “Normandy format”

© REUTERS / Stringer
Mondo
URL abbreviato
441
Seguici su

Le dichiarazioni di una serie di personalità occidentali riguardo l’accordo sul destino di Nadezhda Savchenko che pare sia stato raggiunto durante il colloquio telefonico tra i membri del “Normandy format” non corrispondono alla realtà. Lo ha reso noto RIA Novosti, citando una fonte altolocata a Mosca.

"La decisione, come annunciato ieri, è stata elaborato molto tempo prima ed è stata presa dal presidente russo Putin e (dal presidente ucraino) Poroshenko", ha affermato la fonte.

"Nel corso del colloquio telefonico gli altri membri del ‘Normandy format' sono stati informati che la decisione era stata già presa", ha spiegato l'interlocutore dell'agenzia.

Il presidente della Federazione Russa, Vladimir Putin, mercoledì ha firmato il decreto di grazia per Nadezha Savchenko, condannata a 22 anni per l'uccisione di due giornalisti russi nel Donbass. Dopo la grazia la Savchenko è stata trasferita a Kiev. Lo stesso giorno a Mosca sono arrivati i russi Evgenij Erofeev e Alexandr Alexandrov, arrestati in Ucraina per attività terroristica e graziati dal presidente ucraino Petro Poroshenko.

Correlati:

Il Cremlino sulla grazia a Nadia Savchenko: chiesta dai parenti dei giornalisti uccisi
Putin concede la grazia a Nadia Savchenko che ritorna a Kiev
Russia, ministero della Giustizia conferma richiesta estradizione Savchenko
Tags:
Terrorismo, Omicidio, Detenuti, Accordo, decisione, Grazia, Normandy format, Nadia Savchenko, Vladimir Putin, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik