11:27 18 Giugno 2018
Rappresentante permanente della Russia all'ONU Vitaly Churkin

Russia denuncia all'ONU le imprese turche che collaborano con il Daesh

Mondo
URL abbreviato
2190

In una lettera al segretario generale dell'ONU, il rappresentante permanente della Russia alle Nazioni Unite Vitaly Churkin ha elencato le aziende turche impegnate nella fornitura di componenti per esplosivi ai terroristi dello "Stato Islamico" (Daesh).

"L'analisi dei principali componenti chimici delle miscele esplosive confiscate vicino alla città di Tikrit (Iraq) e alla città di Kobani (Siria), seguita dall'identificazione delle imprese-produttrici e dallo studio delle condizioni di vendita di tali componenti in altri Paesi, mostra che sono stati prodotti in Turchia o consegnati in questo Paese senza il diritto di riesportazione", — RIA Novosti cita Churkin.

Le le società indicate figurano "Gultas Kimya", "Endüstriyel Ürünler", "Metkim", "Gubre" e "Diversey Kimya". Hanno consegnato polvere di alluminio, nitrato di ammonio, urea granulata e perossido di idrogeno.

Inoltre il diplomatico russo ha rilevato che nei dispositivi esplosivi improvvisati dei terroristi sono stati trovati microcontrollori dell'impresa americana "Microchip Technology", transistor della società svizzera "ST Microelectronics" e modelli cellulari Nokia 105 RM-908.

Correlati:

Turchia, Cavusoglu: Mi dimetto se Mosca prova il sostegno di Ankara al Daesh
I terroristi del Daesh vanno a curarsi in Turchia
RT pubblica documenti e prove delle forniture in Turchia del petrolio del Daesh
Russia ha presentato al Consiglio di Sicurezza ONU dati su forniture armi Turchia al Daesh
Terroristi del Daesh acquistano componenti per le bombe in Turchia e Iraq
Petrolio del Daesh, Russia può proporre sanzioni vs Turchia al Consiglio Sicurezza ONU
Tags:
ISIS, Società, Terrorismo, Vitaly Churkin, Iraq, Siria, Russia, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik