17:56 16 Dicembre 2017
Roma+ 12°C
Mosca+ 5°C
    Polizia ad Odessa

    Ad Odessa proseguono nell'omertà le aggressioni contro il quartiere vietnamita

    © AP Photo/ Vadim Ghirda
    Mondo
    URL abbreviato
    207

    Gli attacchi nel quartiere vietnamita "Lotus" sono diventati una cattiva tradizione nella città ucraina di Odessa. Nello stesso quartiere da dove in epoca sovietica venivano inviate le navi con carichi di aiuti al Vietnam.

    Ma tutto questo viene dimenticato dalle attuali autorità ucraine. Interessa le loro relazioni con il Vietnam: una numerosa comunità vietnamita vive nel territorio ucraino da 30 anni, in particolare ad Odessa.

    Il 23 maggio scorso il quartiere vietnamita "Lotus" è stato di nuovo preso d'attacco. Un testimone, Nam Dang, ha raccontato i fatti:

    "Uomini armati vestiti in nero, che si identificano come rappresentanti del Servizio di Sicurezza (SBU), agenti di polizia e ispettori dell'ufficio imposte, hanno fatto irruzione nel quartiere, hanno sfondato le porte delle case e portato via denaro e oggetti di valore. Agiscono più da ladri che da rappresentanti delle forze dell'ordine. Non ci hanno mostrato nessun documento, nessun distintivo o ordine di sequestro. Non è stata la prima volta, la più grande aggressione è avvenuta nel giorno del capodanno vietnamita (Tet). Non c'è stata nessuna reazione da parte delle autorità.

    Ora i rappresentanti dell'Ambasciata del Vietnam in Ucraina lavorano con le autorità locali. Noi, le vittime di questi blitz, ci siamo riuniti davanti al comando della polizia. Ieri siamo andati all'amministrazione regionale e comunale, ci hanno promesso di indagare."

    In effetti le vittime e i testimoni delle aggressioni sono stati ricevuti dal vice governatore dell'amministrazione regionale Salomeya Bobrovskaya. Ecco le sue parole, registrate da uno dei manifestanti:

    'Verrà rafforzata la guardia, vengono raccolte le denunce. Credo che a breve il governatore chiederà al capo della polizia di scoprire chi ci sia dietro: Kiev, Odessa, o comuni ladri. Penso che il modo migliore sia il rafforzamento della guardia".

    Tuttavia, secondo Nam Dang, l'indagine resta ad un punto morto.

    "Non ci sono risultati. Ci siamo riuniti di fronte al comando della polizia, in attesa che qualcuno venga con delle spiegazioni. Nessuno sa quando accadrà. La guardia non è stata rafforzata".

    Correlati:

    La Russia esorta l'OSCE ad intraprendere azioni sulla strage di Odessa
    Kiev militarizza Odessa con paramilitari dell'operazione ATO nel Donbass
    Kiev chiede alla tv francese di censurare documentario su tragedia di Odessa e Maidan
    Tags:
    Società, Crimine, Violenza, Vietnam, Odessa
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik