01:58 22 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
150
Seguici su

I migranti presenti nel campo profughi della cittadina greca al confine macedone verranno trasferiti in centri riconosciuti dal governo di Atene.

Migranti
© AFP 2020 / Angelos Tzortzinis
E' iniziato questa mattina lo sgombero del centro di prima accoglienza di Idomeni. Gli abitanti della piccola città greca al confine con la Macedonia, divenuta suo malgrado il simbolo della crisi migratoria che ha investito la Grecia, stanno assistendo a quello che i giornalisti presenti definiscono un decorso pacifico nelle operazioni, con una serie di pullmann che da questa mattina stanno provvedendo a trasferire i migranti presenti nel campo verso strutture ufficiali e riconosciute dal governo greco.

Sono stati stimati in oltre 8mila i migranti attualmente nel campo di Idomeni, un numero cresciuto con il passare delle settimane dopo la decisione di sigillare la cosiddetta rotta balcanica. Adesso per loro, nell'immediato futuro, c'è la prospettiva di essere accolti in centri allestiti nei pressi di Salonicco.

"Una cosa come quella di Idomeni — ha dichiarato il portavoce del governo Giorgios Kyritsis — non può continuare ad esistere. Fa solo gli interessi dei trafficanti".    

Correlati:

Idomeni, polizia spara proiettili di gomma sui migranti
Renzi: Europa va su Marte ma è ferma a Idomeni
Avramopoulos a Idomeni: Situazione tragica
Migranti in fuga da Idomeni
Tags:
Sgombero a Idomeni, Crisi dei migranti, Migranti, Grecia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook