22:31 27 Febbraio 2020
Mondo
URL abbreviato
27021
Seguici su

Prima del vertice della NATO, che si svolgerà l'8 e 9 luglio a Varsavia, il segretario generale dell'Alleanza Atlantica ha deciso ancora una volta di giustificare il rafforzamento del fianco orientale.

"Il rafforzamento del fianco orientale della NATO è una risposta alle nuove sfide dell'Alleanza Atlantica, compresa la politica aggressiva della Russia", — Jens Stoltenberg ha affermato in un'intervista a "Radio Polonia".

Il segretario generale della NATO ha detto che il rafforzamento del fianco orientale è già una decisione adottata, al vertice verrà data la conferma definitiva. Ha sottolineato che si tratta di forze internazionali.

"Alcuni alleati, come gli Stati Uniti, la Gran Bretagna e la Germania, hanno già fatto sapere di essere tra i Paesi che daranno il loro contributo a queste forze," — ha detto Stoltenberg, ricordando che gli Stati Uniti hanno raddoppiato i fondi destinati a questi obiettivi.

"Questo è solo uno degli elementi della nostra strategia di difesa e deterrenza," — ha sottolineato Stoltenberg.

Correlati:

Per il Financial Times "spaccatura nella NATO" in relazione ai rapporti con la Russia
Stoltenberg: la NATO non vuole una nuova Guerra Fredda
L’insensato (e controproducente) atteggiamento di sfida della Nato alla Russia
Ex generale UK shock: "quest'anno guerra nucleare con Russia se NATO non si rafforza"
Stoltenberg: NATO valuta schieramento forze in Paesi dell'Europa orientale
Ministro polacco: la NATO non deve seguire l’atto sui rapporti con la Russia
Tags:
Difesa, Sicurezza, Geopolitica, NATO, Jens Stoltenberg, Polonia, Paesi Baltici, Europa orientale, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook