10:04 17 Agosto 2017
Roma+ 24°C
Mosca+ 19°C
    Maria Zakharova

    Zakharova: Euronews si scusi per la menzogna sulla deportazione dei tatari di Crimea

    © Sputnik. Cyril Kallinikov
    Mondo
    URL abbreviato
    51164182

    Mosca aspetta le scuse ufficiali del canale televisivo Euronews per il materiale sulla deportazione dei tatari di Crimea. Lo ha fatto sapere il portavoce ufficiale del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.

    "Nella versione russa si dice: più di 200 mila tatari sono stati deportati dalla Crimea dal 18 al 20 maggio 1944. Il trasferimento forzato per la sospetta collaborazione con i tedeschi ha colpito i rappesentati di 20 gruppi etnici, in particolare, tatari di Crimea, ceceni e armeni", ha scritto la Zakharova sulla sua pagina Facebook, aggiungendo che il canale televisivo ha diffuso una versione diversa in lingua inglese in cui si dice che "i tatari di Crimea ricordano la loro tragedia nazionale, la deportazione di massa di Stalin del maggio 1944 di oltre due milioni di uomini, donne e bambini".

    Secondo la Zakharova, non si tratta di un errore di stampa, di qualche zero in più, in quanto nel testo in inglese la cifra "è stata scritta a lettere". Lei ha puntato l'attenzione sulle parole dei giornalisti riguardo al fatto che nella Crimea "occupata" sono vietati gli eventi in commemorazione dell'anniversario della deportazione.

    "Chiamate le cose con il loro nome. Non ci sono due standard nella diffusione delle informazioni a pubblici diversi. Non è parzialità. È una menzogna", rimprovera la Zakharova.

    I tristi eventi legati al 72esimo anniversario della deportazione dei tatati di Crimea e di altri popoli dalla penisola hanno avuto luogo in Crimea il 18 maggio.

    Correlati:

    Russia, Zakharova commenta la risoluzione in Veneto contro sanzioni
    Maria Zakharova: un imbroglio lo scudo anti-missile USA in Romania
    Zakharova: scudo missilistico USA in Europa è un rischio per la sicurezza internazionale
    Tags:
    Errori, Notizie, tatari, scuse, Euronews, Maria Zakharova, Crimea, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik