Widgets Magazine
00:35 21 Settembre 2019
La piazza Martyrs a Tripoli, Libia

Libia: le autorità vogliono ristrutturare l’esportazione di petrolio ai valori prebellici

© AFP 2019 / Mahmud Turkia
Mondo
URL abbreviato
0 10
Seguici su

Le autorità libiche con il sostegno della comunità mondiale hanno intenzione di tornare al volume di esportazione di petrolio dell’anteguerra. Lo ha dichiarato oggi il ministro libico degli Esteri Muhammad Taher Sijala.

"Riguardo la questione di quando inizierà la prima esportazione di petrolo, sapete che contro la Libia sono state introdotte delle sanzioni e la richiesta del loro annullamento è già stata inoltrata. L'esportazione è stata fermata, ma già ci sono le forniture proprio nel quadro delle risorse ufficiali e con il consenso mondiale e in conformità con gli accordi intenazionali. Credo che l'esportazione di petrolio, con l'aiuto dell'Occidente, possa tornare ai livelli del passato", ha affermato il ministro libico.

Il 31 marzo in Libia ha iniziato il suo mandato il nuovo governo di accordo nazionale guidato dal Primo ministro Fayez al-Sarraj. L'esecutivo spera di ricostruire l'unità nazionale, il paese, infatti, dalla caduta del regime di Gheddafi nel 2011, si trova sull'orlo della disgregazione. Le singole regioni della Libia finora sono state in mano ai guerriglieri legati al gruppo terroristico Daesh.

Correlati:

Libia. In arrivo nuove armi Usa, finiranno nelle mani “sbagliate” ancora una volta?
Cremlino: Esperienza in Libia mostra che non ci sono alternative alla soluzione politica
Libia, al Sarraj: Dateci armi per combattere il Daesh
Tags:
interessi nazionali, Economia, Mercato del petrolio, Petrolio, Libia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik