00:32 24 Maggio 2018
Roma+ 20°C
Mosca+ 13°C
    Jens Stoltenberg, segretario generale della NATO (foto d'archivio)

    Stoltenberg: NATO valuta schieramento forze in Paesi dell'Europa orientale

    © AP Photo / Virginia Mayo
    Mondo
    URL abbreviato
    14213

    Il comando della NATO ha raccomandato di schierare battaglioni multinazionali in diversi Paesi dell'Europa orientale, ma la decisione sul numero e sulle posizioni esatte del dislocamento verrà presa al prossimo vertice di Varsavia a luglio, ha dichiarato il segretario generale dell'Alleanza Atlantica Jens Stoltenberg.

    "Abbiamo ricevuto raccomandazioni dai comandanti strategici, i quali consigliano lo schieramento di battaglioni in diversi Paesi nel fianco orientale dell'Alleanza. Non abbiamo preso una decisione, stiamo attualmente studiando le proposte specifiche, prenderemo una decisione definitiva al vertice di luglio," — ha riferito Stoltenberg ai giornalisti.

    Secondo il segretario generale dell'Alleanza Atlantica, il dispiegamento di nuove forze NATO in Europa orientale non è contrario agli accordi con la Russia, compreso l'Atto istitutivo Russia-NATO.

    Lo scorso 16 maggio, durante la sua visita a Minsk, il capo della diplomazia di Mosca Sergey Lavrov ha detto che la Russia e la Bielorussia sono preoccupate dal confronto portato avanti dalla NATO e dall'avanzamento verso est delle sue infrastrutture.

    Correlati:

    Mosca sicura, russofobia serve a NATO per ottenere da alleati aumento spese militari
    Financial Times: NATO incapace di schierare forze reazione rapida in conflitto con Russia
    Per il Financial Times la NATO come Erdogan: "Mar Nero può diventare lago russo"
    Ministro polacco: la NATO non deve seguire l’atto sui rapporti con la Russia
    Erdogan critica "l'insufficiente attività militare della NATO nel Mar Nero"
    “La NATO si occupa dell'inesistente minaccia russa”
    Tags:
    Occidente, Geopolitica, Difesa, Sicurezza, Esercito, NATO, Jens Stoltenberg, Europa orientale, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik