06:43 23 Aprile 2019
giornali nel chiosco

Le prime pagine italiane del 11 maggio

© Jeroen Bosman
Mondo
URL abbreviato
1 0 0

Le aperture dei giornali oggi in edicola in Italia sono dominate dalla decisione del governo di ricorrere al voto di fiducia per la legge sulle unioni civili ed alle diverse reazioni politiche. Spazio poi agli arresti di Bari per terrorismo ed alle agitazioni di piazza in Francia contro la riforma del lavoro.

"Unioni civili, la fiducia è un caso" è il titolo del Corriere della Sera a proposito della decisione di palazzo Chigi: "Protestano le opposizioni — si legge nel catenaccio — per i vescovi è una sconfitta". Di spalla "Apertura europea sula flessibilità dei conti italiani".

"Unioni civili, sul voto l'ira dei vescovi" è l'apertura de La Stampa, che mette in primo piano la reazione della Conferenza episcopale italiana contro la decisione del governo di chiedere la fiducia. A centro pagina "In Puglia scoperta una cellula legata a Isis: pronti a colpire".

"Unioni, il governo mette la fiducia. La Cei: grave errore", mentre a centro pagina troviamo notizie dal contingente italiano schierato a difesa di obiettivi sensibili in Iraq: "Mosul sulla diga della paura: pronti a fermare il Califfo".

La fiducia che il governo chiederà oggi alla Camera, in occasione del voto sulla legge che disciplinerà le unioni civili, è presente su molti altri quotidiani, a partire da Avvenire, che titola "Unioni civili, ultimo colpo di fiducia", con le parole del segretario Cei nel sommario: "Così si rischia una sconfitta per tutti". La decisione di palazzo Chigi viene letta in modo opposto da l'Unità, che titola "Diritti alla meta".

Le proteste per il job act francese in primo piano su il Manifesto, che apre con La notte di Hollande", mentre su il Fatto Quotidiano si accusa il governo di censura dopo le incertezze mostrate da alcuni amministratori locali sul sostegno alle riforme costituzionali: "Referendum, primo epurato". 

Correlati:

Riforma del lavoro in Francia, scontri tra manifestanti e polizia
Tags:
ISIS, Lavoro, riforme, Unioni civili, François Hollande, Francia, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik