01:29 10 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
5190
Seguici su

Un'altra famiglia francese, i coniugi Floch della Bretagna, ha consegnato all'ambasciatore russo Alexander Orlov le medaglie militari di famiglia per consegnarle ai parenti dell'ufficiale russo morto eroicamente a Palmira Alexander Prokhorenko.

"Regalo le medaglie di mio padre — l'Ordine della Legione d'Onore ed altre medaglie — alla famiglia dell'eroe Alexander Prokhorenko. Quando sono venuto a conoscenza della sua impresa, ho subito pensato a mio padre. — Anche lui ha combattuto quando era molto giovane, ma è stato fortunato a rimanere in vita. Compio questo gesto per onorare la memoria di un uomo che ha compiuto nella lotta contro terrorismo un atto di eroismo non di livello nazionale, ma internazionale,"- ha detto Jean-Paul Floch con le lacrime agli occhi.

Ha aggiunto che la decisione di consegnare la medaglia di famiglia è stata spinta dalla convinzione che "la Russia ha pagato un prezzo pesante nella lotta contro il nazismo."

La consegna delle onorificenze è avvenuta durante un ricevimento svoltosi ieri nell'Ambasciata russa in Francia in occasione del Giorno della Vittoria. Oltre ad un contenitore di plastica trasparente con le onorificenze, i Floch hanno consegnato all'ambasciatore un ramo di palma in metallo: come da tradizione, si usa mettere nelle tombe dei Cavalieri dell'Ordine della Legion d'Onore.

Lo scorso 24 marzo il ministero della Difesa russo aveva comunicato la morte del 25enne Prohorenko, ufficiale russo delle forze speciali in Siria, nato nella regione di Orenburg e rimasto ucciso durante un radi aereo mirato nei pressi di Palmira. Il rappresentante della base aerea russa di Hmeymim ha detto che il militare è morto eroicamente, dopo aver ordinato di indirizzare il fuoco verso sè stesso dal momento che era circondato dai jihadisti del Daesh. Ad aprile il presidente russo Vladimir Putin ha assegnato postumo il titolo di Eroe della Russia a Prohorenko.

Medaglie del padre di Jean-Paul Floch
© Foto
Medaglie del padre di Jean-Paul Floch

A metà aprile si è saputo che Micheline e Jean-Claude Maguè, una coppia francese, aveva consegnato all'Ambasciata russa a Parigi le medaglie di famiglia per trasmetterle ai cari dell'ufficiale russo: l'Ordine della Legione d'Onore di grado "Cavaliere" e la "Croce di Guerra" con un ramo di palma in bronzo, assegnato alle forze francesi che non si erano arrese ai nazisti e combattevano per il generale De Gaulle. La coppia aveva chiesto di consegnare queste medaglie alla famiglia di Alexander Prokhorenko, ma ci è riuscita di persona il 5 maggio: gli stessi Maguè hanno messo nelle mani dei genitori e del fratello Ivan le onorificenze.

Nel Giorno della Vittoria i coniugi Maguè hanno incontrato il presidente russo Vladimir Putin, che ha detto alla coppia: "siamo tutti molto toccati da questo gesto".

Correlati:

Florensac-Mosca: l'incredibile storia dei coniugi Maguè
Tags:
Società, Ambasciata, Palmira, Siria, Russia, Francia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook