Widgets Magazine
16:33 16 Luglio 2019
Militanti del PKK

Turchia, fonte curda accusa: l'esercito di Ankara ha usato le bombe al fosforo

© AP Photo / Ibrahim Usta
Mondo
URL abbreviato
8014

Oggi l'artiglieria turca ha bombardato la città meridionale di Nusaybin, dove vive la comunità curda, con testate al fosforo, vietate dalle convenzioni internazionali, ha rivelato all'agenzia Sputnik una fonte curda.

La città si trova nella provincia di Mardin, vicino al confine con la Siria. L'esercito turco sta conducendo operazioni nella zona contro i ribelli del PKK. Nusaybin viene regolarmente bombardata sin da marzo.

"L'esercito turco ha bombardato un quartiere della città di Nusaybin, nel sud della Turchia, con munizioni che presumibilmente contenevano il fosforo, sostanza vietata," — racconta la fonte.

La città si trova nella provincia di Mardin, vicino al confine con la Siria.

In precedenza era stato riferito che nella città centrale della provincia 2 soldati turchi erano rimasti uccisi in un'esplosione durante una perquisizione di una casa. Secondo i militari, l'ordigno sarebbe stato collocato dai militanti del "Partito dei Lavoratori del Kurdistan" (PKK).

Secondo l'interlocutore dell'agenzia, alcuni abitanti hanno accusato sintomi di soffocamento dopo che si era levato il fumo nero acre a seguito dei bombardamenti. I medici che si sono presi cura delle persone hanno supposto che la bomba contenesse fosforo.

Non sono state segnalate vittime.

Correlati:

La Turchia bombarda i curdi in Iraq
Deputato pro-curdi attacca Erdogan, wrestling al parlamento turco
Schulz: la Turchia non vincerà la guerra contro i curdi
Raid dell'Aviazione turca in Iraq contro i curdi del PKK
Erdogan continua a reprimere i curdi
Diktat di Erdogan agli USA: “o noi o i curdi”
“La resistenza di Assad e l'avanzata dei curdi hanno messo in trappola la Turchia”
Tags:
Curdi, Armi chimiche, Bombardamenti, Esercito, PKK, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik