09:11 29 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
8217
Seguici su

Gli ex direttori dei servizi segreti britannici MI5 e MI6 temono che l'uscita del Regno Unito dall'Unione Europea possa avere un impatto negativo sulla sicurezza nazionale.

Secondo l'ex direttore generale dell' MI5 Jonathan Evans, al momento il Regno Unito scambia informazioni di intelligence con i Paesi europei in base all'appartenenza nella UE, disponendo così di grandi volumi di dati per contrastare gli hacker e terroristi. Se la Gran Bretagna lascerà l'Unione Europea, Bruxelles rivedrà l'accordo senza Londra.

"L'accordo senza di noi, probabilmente, potrebbe limitare severamente le nostre esigenze… potrebbe minare la nostra capacità di difenderci," — ha detto in un'intervista al "Sunday Times" Jonathan Evans.

L'ex direttore dell'agenzia di intelligence MI6, Sir John Sawers, che ha parlato con il tabloid, teme che se la Gran Bretagna deciderà di lasciare l'Unione Europea, il Paese potrebbe compromettere i rapporti con i vicini europei.

Il referendum sull'appartenenza del Regno Unito alla UE si svolgerà nel Paese il prossimo 23 giugno.

Correlati:

Rock star Ozzy Osbourne vede in Trump "il nuovo Hitler"
Londra, Cameron ritiene la “minaccia russa” un motivo per rimanere nella UE
Brexit, Cameron: Combatterò per il Regno Unito
Cameron: Gran Bretagna deve restare nell’UE per fronteggiare le aggressioni della Russia
Obama “minaccia” Londra in caso di Brexit: difficile firmare accordi commerciali con USA”
In Gran Bretagna suscita nervosismo l'ingerenza di Obama sulla Brexit
Obama da Londra: No a Brexit
Tags:
Terrorismo, hacker, Politica Internazionale, Sicurezza, Brexit, Unione Europea, MI6, MI5, Servizi Segreti, UE, Gran Bretagna
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook