18:06 19 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
109
Seguici su

È quanto rileva l’Istituto Internazionale di Studi Strategici (IISS). Le vittime sono aumentate in Turchia, Egitto e Yemen. Nel 2014 i decessi erano stati 180mila.

Circa 167 mila persone hanno perso la vita nei conflitti armati in tutto il mondo nel 2015, quasi un terzo nella guerra civile siriana. È quanto rileva l'Istituto Internazionale di Studi Strategici (IISS) in un rapporto sui conflitti armati.

"Decessi nei conflitti globali sono stati pari a 167 mila nel 2015: il 50 per cento ha avuto luogo in Medio Oriente e in Nord Africa; il 21 per cento in America Latina. Il numero dei morti in Siria è sceso nel 2015 a quota 55mila, le morti sono aumentate in Turchia ed Egitto e Yemen, rispettivamente a 2.000, 3.000 e 7.500", ha scritto l'IISS su Twitter.

Secondo il rapporto, il numero delle vittime ha mostrato un aumento significativo in Afghanistan, dove 15mila persone sono morte l'anno scorso, mentre nel 2013 il numero di morti nel paese era pari a 3.500. Il numero di profughi è passato da 33 milioni nel 2013 a 46 milioni nella metà del 2015. Nel 2014 i conflitti in tutto il mondo hanno causato 180mila vittime.    

Correlati:

Esercito turco bombarda le posizioni del Daesh in Siria dopo attacco a Kilis
Oltre 7mila combattenti dell'opposizione rispettano tregua in Siria
Tags:
Crisi in Siria, Vittime, Conflitto, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook