18:26 25 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
8119
Seguici su

Il primo ministro della Turchia, Ahmet Davutoğlu, ha dichiarato che Ankara è capace di inviare le truppe in Siria, qualora si presentasse tale necessità.

"Se ce ne sarà bisogno, invieremo le truppe in Siria. Adotteremo tutte le misure per difendere il nostro paese sia dentro che fuori i suoi confini. L'ONU ha preso molte decisioni relativamente alla lotta contro il Daesh. Perciò sia con l'obiettivo dell'auto difesa, sia con l'obiettivo della lotta al terrorismo queste decisioni adesso garantiscono la legittimità delle nostre azioni", ha detto Davutoğlu in un'intervista al canale Al Jazeera Turk.

Ciò nonostante Davutoğlu ha sottolineato che le autorità turche continueranno a prediligere gli accordi internazionali. Secondo lui, il problema principale da affrontare è l'attività del Daesh.

Correlati:

Russia insiste sulla chiusura del confine tra Siria e Turchia
Stato Maggiore russo accusa la Turchia: “ostacola la pace in Siria”
La Turchia aumenta la presenza militare al confine con la Siria
Tags:
ISIS, lotta contro il terrorismo, Operazioni militari, situazione in Medio Oriente, Situazione in Turchia, Situazione in Siria, ONU, Ahmet Davutoglu, Siria, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook