20:32 03 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
280
Seguici su

Un giudice brasiliano ha chiesto l'apertura di un'indagine a carico del capo dell'opposizione al governo Rousseff nell'ambit dello scandalo Petrobras.

Il procuratore generale brasiliano, Rodrgo Janot, ha chiesto ieri alla Corte Suprema di aprire un'inchiesta su Aecio Neves, candidato alle elezioni presidenziali del 2014 e capo dell'opposizione. Il senatore è accusato di essere coinvolto nell'indagine che sta travolgendo Petrobras, il gigante del petrolio statale finito nella bufera dopo la scoperta di una fitta rete di corruzione. Le indagini sullo scandalo Petrobras hanno colpito il Partito dei lavoratori della presidente Dilma Rousseff ma anche esponenti di altri schieramenti politici.

A fornire agli inquirenti gli elementi che testimonierebbero il coinvolgimento di Neves, ci sono le dichiarazioni di un collaboratore di giustizia, il senatore Deldicio Amaral, ex capogruppo dei senatori del partito dei lavoratori, finito nell'inchiesta e reo confesso dopo tre mesi di detenzione. Amaral accusa Neves di aver nascosto dati bancari all'epoca del cosiddetto "mensalao", le tangenti che mensilmente i politici ricevevano dal gruppo Petrobras e di cui anche Neves avrebbe benerificiato. 

Correlati:

Brasile, la Camera approva l'impeachment per Dilma Roussef
Brasile, al via la procedura d’impeachment contro Dilma
Brasile: Petrobras in perdita da due anni
Il Brasile diviso dagli scandali, rischio impeachment per Dilma
Tags:
Indagine, corruzione, Aecio Neves, Brasile
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook