14:46 19 Ottobre 2017
Roma+ 19°C
Mosca+ 8°C
    Bank Of England, City of London

    La Banca d’Inghilterra si prepara all’uscita della Gran Bretagna dall'UE

    © flickr.com/ Aleem Yousaf
    Mondo
    URL abbreviato
    112122163

    Il Financial Times scrive che la Banca d'Inghilterra elaborerà un piano d’emergenza nel caso in cui la Gran Bretagna dovesse uscire dall'Unione Europea.

    I funzionari della banca responsabili della stabilità finanziaria, della politica monetaria e della gestione, si stanno preparando a qualsiasi disordine che potrebbe verificarsi dopo il referendum sulla secessione, in programma per il 24 giugno.

    In particolare, la Banca eseguirà tre aste supplementari di cambio affinché il sistema bancario britannico abbia fondi sufficienti a garantirne il funzionamento in caso di un possibile caos. Le aste si terranno il 12, 21 e 28 giugno.

    Secondo Michael Saunders, nuovo membro del Comitato di politica monetaria della Banca d'Inghilterra, sulla sterlina verrà esercitata una pressione tremenda. In particolare, in caso di secessione dall'UE la sterlina potrebbe svalutarsi del 15-20% rispetto alle valute dei principali paesi partner.

    Se a causa di ciò le banche britanniche non avranno abbastanza valuta estera, la Banca d'Inghilterra sarà pronta a fornirgliela sotto forma di prestiti bancari, utilizzando lo swap con altre banche centrali.

    Secondo Philip Shaw di Investec Bank, si ricorrerà allo swap solo in condizioni «estreme». Egli ha anche osservato che la Banca d'Inghilterra dovrà fare una dichiarazione per quanto riguarda la salute del sistema bancario al fine di ripristinare la fiducia del pubblico.

    Michael Saunders ha notato che anche se la banca centrale del Regno Unito sarà in grado di far fronte alle fluttuazioni delle condizioni di mercato subito dopo la possibile separazione del Regno Unito dall'Unione Europea, alla banca si presenterà «il maggiore dilemma politico» relativo ai tassi di interesse sui prestiti.

    Il Cancelliere dello Scacchiere del paese George Osborne ha notato in precedenza che il deprezzamento della sterlina spingerà verso l'alto i tassi di interesse, che porterà ad un salto dell'inflazione e al peggioramento della situazione finanziaria della popolazione.

    Correlati:

    Vertice UE di giugno potrebbe essere rinviato per il referendum in Gran Bretagna
    Stubb: L’uscita della Gran Bretagna dall'UE potrebbe essere una catastrofe per l'Europa
    La Gran Bretagna ha ottenuto lo statuto speciale in UE
    Tags:
    Prestiti, inflazione, sistema bancario, banche, Sterlina, Economia, Brexit, Unione Europea, Gran Bretagna
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik