Widgets Magazine
00:19 17 Settembre 2019
Ospedale di Kunduz di Medici Senza Frontiere dopo bombardamento USA (foto d'archivio)

Pentagono: punito generale per bombardamento ospedale di "Medici senza Frontiere"

© AP Photo / Médecins Sans Frontières
Mondo
URL abbreviato
12180
Seguici su

Il generale Joseph Votel, capo del Comando centrale delle forze armate degli Stati Uniti, ha riferito che tra i 16 militari americani che hanno ricevuto un provvedimento disciplinare per l'errore relativo al bombardamento dell'ospedale di "Medici senza Frontiere" nella città afghana di Kunduz, è incluso un generale, segnala RIA Novosti.

"A margine delle indagini sono stati sottoposti ad azione disciplinare 16 soldati, tra cui un generale," — ha detto Votel.

Inoltre il generale Votel ha chiarito che i soldati americani non erano a conoscenza del fatto che l'edificio attaccato fosse una struttura medica.

Votel ha aggiunto che "i piloti hanno erroneamente creduto che l'ospedale fosse un obiettivo dei talebani".

Lo scorso autunno era stato riferito che il presidente afghano Ashraf Ghani Ahmadzai aveva incaricato un pool di investigatori di far luce sulle circostanze della conquista da parte dei talebani e il bombardamento di un'ospedale nella città di Kunduz.

Il numero delle vittime del raid aereo statunitense sull'ospedale di "Medici senza Frontiere" nella città di Kunduz avvenuto il 3 ottobre è pari a 42 persone.

Correlati:

“Medici senza frontiere” vuole chiarimenti sull’attacco all’ospedale in Yemen
Medici Senza Frontiere chiede a Russia aiuto per inchiesta su crimine USA in Afghanistan
“Medici senza frontiere”: a Kunduz sono morti dei bambini
Medici Senza Frontiere: Le indagini di Nato e USA su Kunduz non sono indipendenti
Afghanistan, NATO ammette di aver colpito per errore ospedale di “Medici Senza Frontiere”
Tags:
Giustizia, Bombadamento su ospedale di Kunduz, esercito USA, Medici Senza Frontiere, Pentagono, Joseph Votel, USA, Afghanistan
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik