06:12 12 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
743
Seguici su

Per non "incoraggiare le famiglie a inviare i propri figli da soli in Europa esponendoli ai rischi del viaggio e al pericolo dei trafficanti di esseri umani”. Il Labour ha promesso di ripresentare la proposta per cercare di capovolgere la decisione.

La Gran Bretagna nega l'accoglienza a 3mila bambini siriani rimasti soli a Calais e in altri campi profughi in Europa.

Con un voto di stretta misura, 294 a 276, ieri sera la camera dei Comuni ha bocciato un emendamento di un provvedimento sull'immigrazione già approvato dalla camera dei Lord che concedeva ospitalità ai profughi. L'emendamento avrebbe autorizzato il governo ad accogliere circa 3 mila giovani vittime della guerra civile siriana. La motivazione del ministero degli Interni, che ha spinto la camera dei Comuni al voto negativo, consiste nel non "incoraggiare le famiglie a inviare i propri figli da soli in Europa esponendoli ai rischi del viaggio e al pericolo dei trafficanti di esseri umani".

D'altronde, David Cameron aveva assunto una posizione simile anche rispetto al generale problema degli immigrati, affermando che avrebbe ritirato le proprie navi dal pattugliamento del Mediterraneo proprio per non stimolare i migranti a tentare il viaggio per mare verso il continente europeo.

Pur avendo accettato di accogliere un certo numero di immigrati dalla Siria, la Gran Bretagna insiste perché siano scelti fra quelli che si trovano nei campi profughi in Medio Oriente e non già in Europa.

La proposta di accoglienza dei 3 mila bambini era stata presentata da lord Alf Dubs, un laburista che da bambino aveva beneficiato dell'operazione Kindertransport, il programma sostenuto dall'allora governo britannico per accogliere in Inghilterra i bambini rifugiati dalla Germania prima della seconda guerra mondiale.

"Il mio messaggio ai conservatori è che nel 1938-'39 il nostro Paese accolse 10 mila piccoli rifugiati dalla Germania, dall'Austria e dalla Cecoslovacchia, ed io ero uno di loro", ha detto Dubs.

"Oggi si tratta di accettare un numero assai minore di bambini siriani ed è vergognoso che la Gran Bretagna non lo faccia".

L'opposizione accusa il governo di mancanza di solidarietà umana di fronte alla grande tragedia che attraversa l'Europa. Keir Starmer, ministro degli Interni del governo ombra laburista, afferma che i bambini rimasti soli nei campi profughi come quello di Calais sono chiaramente vulnerabili e che bisogna intervenire il più presto possibile per aiutarli: "La storia ci giudicherà se non lo faremo". Il Labour ha promesso di ripresentare la proposta per cercare di capovolgere la decisione di ieri.

Correlati:

Cameron vuole limitare l'accesso alle prestazioni sociali per i migranti dall'UE
Tags:
rifugiati, profughi, Migranti, Crisi dei migranti, David Cameron, Medio Oriente, Siria, Gran Bretagna
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook