03:08 24 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
351
Seguici su

La Commissione Europea formalizza le accuse alla multinazionale americana del web per posizione dominante nel mercato degli smartphone.

Violazione delle leggi antitrust europee. Questa l'accusa formalizzata dalla Commissione Europea a Google, con una comunicazione contenente gli addebiti riguardo alla procedura aperta nell'aprile 2015 per posizione dominante del sistema operativo Android sul mercato degli smartphone.

Nato come motore di ricerca, in oltre 15 anni di attività il colosso internet americano è stato più volte accusato di violazione della privacy, per aver creato un ecosistema si applicazioni in grado di raccogliere una miriade di informazioni sugli utenti che usano i suoi servizi.

La sempre più aggressiva strategia di Google sugli smartphone, con il motore di ricerca ed alcuni altri essenziali servizi che in molti casi sono preinstallati nei telefoni con sistema operativo Android, avrebbe creato una forte restrizione del mercato, danneggiando i competitor commerciali e anche gli utenti, che non godrebbero dei benefici derivanti da una maggiore concorrenza.

L'azienda americana ha risposto sul suo blog ufficiale, affermando di prendere seriamente le preoccupazioni della Ue, ma ribadendo la convinzione che il modello di business da loro adottato consenta ai consumatori "un controllo senza precedenti sui propri dispositivi mobili".    

Correlati:

Google elimina l'errore di traduzione dall'ucraino: la Russia non è più Mordor
Per Google Translator la Federazione Russa è “Mordor”
Il Fisco italiano mette Google nel mirino
Dalla Russia l'algoritmo che riconosce i volti meglio di Google e sfida Facebook
Tags:
Unione Europea, violazioni, high tech, Android, Commissione Europea, Google
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook