01:15 11 Dicembre 2017
Roma+ 15°C
Mosca+ 1°C
    John Kerry

    “Kerry ha torto: militari USA non potevano abbattere caccia russo nel Baltico”

    © Sputnik. Sergey Guneev
    Mondo
    URL abbreviato
    35443

    Le dichiarazioni del segretario di Stato USA John Kerry riguardo “il diritto di abbattere l'aereo russo nel Mar Baltico” sono solo parte della sua retorica politica, ha dichiarato l'analista militare svedese Stefan Ring.

    L'esperto militare svedese Stefan Ring mette in dubbio la veridicità delle parole del segretario di Stato americano John Kerry, secondo cui Washington avrebbe avuto il diritto di abbattere i bombardieri russi Su-24 mentre sorvolavano il cacciatorpediniere americano "Donald Cook" nel Mar Baltico. La sua opinione è riportata in un articolo del giornale scandinavo "Svenska Dagbladet".

    "Non riesco a immaginare come qualcuno possa avere il diritto di abbattere un aereo in acque internazionali," — ha rilevato l'esperto. Ha inoltre definito "estremamente improbabile" la situazione in cui un Paese avrebbe il diritto di attaccare un velivolo solo per il fatto che voli troppo vicino.

    Secondo Ring, le parole di Kerry sono solo parte della sua retorica politica: si tratta di una minaccia alla Russia nella speranza che "rinunci a questo tipo di azioni."

    Ring ritiene che il contesto relativo alla sicurezza nel Mar Baltico sia degradato nell'ultimo periodo e molto probabilmente l'escalation continuerà a crescere dal momento che la regione è diventata geopoliticamente importante sia per gli Stati Uniti che per la Russia.

    La Russia è preoccupata dall'espansionismo della NATO e allo stesso tempo vede il Mar Baltico come parte della sua zona di sicurezza interna, spiega l'esperto.

    Ha supposto che Mosca con "questo tipo di provocazioni" cerchi di attirare l'attenzione di Washington su questo problema.

    Mercoledì il Comando Europeo delle Forze Armate statunitensi aveva reso pubblico un video in cui 2 caccia russi sorvolavano un cacciatorpediniere americano nel Mar Baltico.

    Dopo questo episodio, nel corso di una conversazione telefonica con il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov, Kerry ha espresso "forte protesta".

    In un'intervista con la "CNN Espanol", il segretario di Stato USA ha detto che il jet russo sarebbe potuto essere abbattuto "in conformità con le regole d'ingaggio delle forze armate."

    Correlati:

    “La politica della NATO sulla Russia non si è giusticata”
    New York Times: nuova corsa al nucleare di USA Russia e Cina, rischio guerra fredda
    Mosca smentisce “manovre pericolose” tra caccia russo e aereo spia USA nel Baltico
    Resta alta la tensione nel Baltico: USA si lamentano ancora per manovre caccia russo
    Mosca definisce “sicure” le manovre dei caccia Su-24 vicino la nave militare USA
    Tags:
    Geopolitica, Difesa, Sicurezza, Incidente, John Kerry, Sergej Lavrov, Mar Baltico, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik