07:57 20 Giugno 2018
ZDF

Germania: comico perseguitato dalla legge per aver letto una poesia su Erdogan

© AFP 2018 / Joe Klamar
Mondo
URL abbreviato
18126

Il comico Jan Boehmermann, contro il quale il governo tedesco ha avviato un procedimento penale dopo una nota dell’esecutivo turco, è andato in congedo temporaneo.

«Ho deciso di prendermi una piccola pausa dalla televisione, in modo che l'opinione pubblica e internet tornino sui temi veramente importanti come la crisi dei rifugiati e i video con i gatti…», ha scritto Boehmermann in un comunicato Facebook.

Secondo il comunicato, Boehmermann ha intenzione di fare una tournée all'estero, in Corea del Nord, per «chiarire ancora una volta la questione della libertà di creatività e di stampa».

Il canale televisivo ZDF ha confermato che Boehmermann e il suo gruppo sono in «congedo fino al 12 maggio per quattro settimane». Ancora non si sa quale trasmissione prederà il posto di Neo Magazin Royale nel palinsesto del canale.

Il 31 marzo 2016, durante la trasmissione satirica Neo Magazin Royale del canale pubblico ZDF, il conduttore televisivo Jan Boehmermann ha letto una poesia dedicata ad Erdogan. Nella poesia, il presidente turco è accusato di orientamento sessuale anormale e di crimini contro le minoranze nazionali e l'opposizione. Il conduttore ha introdotto la sua performance dicendo che «rappresenta un esempio di insulti diffamatori».

In risposta, il governo turco ha inviato una nota verbale a Berlino con l'obbligo di avviare un procedimento penale a carico del conduttore televisivo, che avrebbe insultato Erdogan. Lo stesso presidente della Turchia, l'11 aprile ha inviato in privato una dichiarazione al procuratore della città tedesca di Magonza.

L'autorizzazione del governo tedesco all'inchiesta contro il comico è stata confermata ai giornalisti dal cancelliere Angela Merkel. I socialdemocratici al governo hanno votato contro il provvedimento penale nei confronti di Boehmermann, la decisione è stata presa grazie al voto della Merkel. Una serie di politici e giornalisti tedeschi hanno criticato la mossa.

Boehmermann è accusato di violazione del paragrafo 103 del codice penale tedesco «insulti ad autorità e rappresentanti dei paesi stranieri». Questa violazione è punibile con una multa o con la reclusione fino a 3 anni.

Correlati:

“In Turchia repressione contro i cittadini su segnale di Erdogan”
Schulz contro Erdogan. Inaccettabile oltraggio alla democrazia tedesca
Turchia: ministero Esteri convoca ambasciatore tedesco per satira su Erdogan
Tags:
liberta` di stampa, Procedimento penale, Denuncia, Recep Erdogan, Angela Merkel, Turchia, Germania
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik