14:56 26 Settembre 2017
Roma+ 23°C
Mosca+ 12°C
    Ministro della Difesa greco Panos Kammenos

    Grecia, esercito in stato di allerta per sconfinamenti Aviazione Turchia

    © AP Photo/ Petros Giannakouris
    Mondo
    URL abbreviato
    7113835

    Nel corso degli ultimi 3 giorni l'Aviazione militare turca ha sorvolato le isole greche del Mar Egeo. Una fonte nel ministero della Difesa della Grecia ha rivelato che le forze armate del Paese hanno cominciato a condurre esercitazioni per verificare la prontezza al combattimento.

    Su disposizione del ministro della Difesa della Grecia Panos Kammenos, le forze armate elleniche all'alba di oggi hanno iniziato a condurre delle esercitazioni per verificare la prontezza al combattimento in relazione alle provocazioni turche, ha riferito a RIA Novosti una fonte nel dicastero militare greco.

    Da 3 giorni gli aerei dell'Aviazione militare turca sorvolano quotidianamente le isole greche nella parte nord-orientale del Mar Egeo. Anche se i velivoli turchi sono soliti a violare lo spazio aereo greco, tuttavia gli sconfinamenti avvenivano in mare aperto. Il sorvolo delle isole Atene lo considera una provocazione estremamente pericolosa.

    "Stiamo effettuando esercitazioni su larga scala per essere pronti. Storicamente la Turchia, quando accusa problemi interni, cerca in qualche modo di esportarli. Dobbiamo essere pronti", — ha detto l'interlocutore dell'agenzia.

    Ha inoltre riferito che le esercitazioni si svolgono nel nord della Grecia, vicino alla città di Kilkis, vicino al confine con la Macedonia per le azioni delle autorità di Skopje. Allo stesso tempo le manovre militari non sono in alcun modo legate con la crisi migratoria: "l'esercito non interviene negli affari interni, è compito della polizia", ha rilevato la fonte.

    "Adottiamo sempre misure in caso di minaccia nei nostri confronti, dobbiamo sempre essere pronti. Dal momento che le autorità di Skopje non hanno compiuto le modifiche necessarie alla Costituzione, dobbiamo stare in guardia," — ha detto la fonte.

    Atene ritiene che Skopje possa rivendicare i territori settentrionali della Grecia, dal momento che si rifiuta di cambiare la loro denominazione.

    Alla domanda dei giornalisti sulla durata delle esercitazioni la fonte ha detto: "Il tempo necessario. Le manovre si svolgeranno in tutta la Grecia, anche nelle zone critiche".

    La fonte ha inoltre rivelato che il ministro Kammenos sin dall'alba si trova nel dicastero.

    Il primo ministro greco Alexis Tsipras condurrà venerdì una riunione del Consiglio di governo sulla difesa e la politica a seguito delle provocazioni turche, ha detto a RIA Novosti la fonte nel governo.

     

    Correlati:

    Nel Mar Egeo nave militare russa evita scontro con peschereccio turco
    Irrealizzabile il piano della NATO nel Mar Egeo per il controllo dei flussi di profughi
    Crisi profughi, la NATO rafforzerà la sua missione nel Mar Egeo
    Tags:
    Difesa, Sicurezza, Incidente di frontiera, Aviazione, Esercito, Alexis Tsipras, Panos Kammenos, Mar Egeo, Turchia, Grecia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik