02:11 25 Giugno 2018
Linea diretta di Vladimir Putin

I politologi elencano i temi principali dell'imminente “Linea diretta” di Putin

© Sputnik . Evgeny Biyatov
Mondo
URL abbreviato
1150

La maggior parte delle domande durante la “Linea diretta” con il presidente Vladimir Putin verterà sui problemi economici interni, ritengono gli analisti politici.

Il secondo tema più importante potrebbe riguardare la politica estera. Durante il programma, secondo gli esperti, si farà riferimento alla campagna in Siria e alla situazione in Medio Oriente nel suo complesso.

Il tema delle relazioni tra la Russia e gli Stati Uniti "è ora in gran parte costruito attorno alla Siria", rilevano i politologi. Allo stesso tempo non verrà dedicata particolare attenzione alla questione ucraina, al contrario sarà focalizzata la situazione relativa alla regione caucasica del Nagorno-Karabakh.

Secondo il presidente dell'Istituto di Strategia Nazionale Mikhail Remizov, la maggior parte delle domande sarà dedicata ai problemi sociali e alle regioni:

"ora nella società la gente comincia a preoccuparsi sempre più dei problemi interni, il presidente cercherà di rispettare queste esigenza, soprattutto in considerazione del format della Linea diretta."

Il direttore del Centro per le riforme economiche e politiche Nikolay Mironov concorda sul fatto che le domande incentrate sull'agenda economica nazionale occuperanno un grande spazio.

"Questi temi sono sentiti più da vicino dalla gente rispetto alle problematiche estere e al contesto internazionale", — ha osservato l'esperto.

Per quanto riguarda la politica estera, ci saranno riferimenti alla situazione in Siria, ai rapporti con l'Occidente, compresi gli Stati Uniti.

"Credo che il presidente si concentrerà sul dialogo tra la Russia e l'Occidente e sulle opportunità che questo apre questo dialogo", — rileva Mironov.

"Le relazioni con gli Stati Uniti vengono costruite ora in linea di massima attorno alla Siria," — ha specificato Remizov.

Secondo l'esperto, in ultima analisi la situazione siriana non è altro che una forma del dialogo con Washington.

Secondo gli esperti, la crisi ucraina cederà il passo alla normalizzazione della regione caucasica del Nagorno-Karabakh.

"Ci sarà inequivocabilmente spazio sul Nagorno-Karabakh, perché si tratta di nuove questioni che sono emerse e la Russia tradizionalmente sente molto i conflitti nei Paesi vicini. Pertanto credo che il presidente toccherà questo tema, almeno dirà cosa la Russia sta per fare," — suppone Mironov.

Remizov ritiene inoltre che la questione ucraina non sarà protagonista: "da molto tempo le nostre autorità non dicono nulla sull'Ucraina."

Il politologo ritiene che il tema caldo sarà il Nagorno Karabakh, perché "si è verificata l'escalation più grave dalla fine della guerra del Karabakh nel 1994".

"Vogliono capire cosa sia l'onere del potere, di quali interessi o azioni si occupa, di fatto è una personificazione del politico," — ha detto Remizov.

Putin di solito non rivela i particolari della sua vita personale, ma volentieri parla dei propri hobby ed interessi.

Correlati:

Resa nota la data della “Linea diretta” con Putin
Tags:
politica interna, Politica, Politica Internazionale, Società, Occidente, Questioni, Linea diretta, Vladimir Putin, Nagorno-Karabakh, Siria, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik