15:12 29 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
2110
Seguici su

L'icona della Vergine Maria “gioia di tutti gli afflitti” era stata rubata dalla chiesa di un remoto villaggio della regione di Kostroma nel 2010. Nella notte i ladri avevano reciso le barre della protezione metallica della finestra della chiesa, dopodichè avevano preso tutto quello che ritenevano prezioso ed infine sono spariti nel nulla.

I collaboratori del ministero dell'Interno russo hanno consegnato in una delle chiese di campagna della regione di Kostroma una preziosa icona rubata e portata in Italia 6 anni fa, ha dichiarato oggi la rappresentante ufficiale del dicastero degli Interni della Russia Irina Volk.

L'icona Maria "gioia di tutti gli afflitti" era stata rubata dalla chiesa di un remoto villaggio della regione di Kostroma nel 2010. Nella notte i ladri avevano reciso le barre della protezione metallica della finestra della chiesa, dopodichè erano entrati e avevano preso tutto quello che ritenevano prezioso, infine sono spariti nel nulla.

Successivamente le forze dell'ordine italiane durante un'operazione contro il contrabbando hanno trovato e sequestrato 86 reperti esportati illegalmente dalla Russia e nell'ambito del trattato sulla cooperazione internazionale hanno consegnato i preziosi oggetti all'ufficio della Russia nell'Interpol per la catalogazione. Uno dei reperti corrispondeva all'icona rubata nella regione di Kostroma.

"La procedura (ricerca, identificazione e burocrazia) per il ritorno in patria dell'icona è durata circa 6 anni. L'icona è stata consegnata nella regione, dove è stata ufficialmente riconosciuta. Nella cerimonia di consegna del prezioso reperto alla chiesa hanno preso parte i rappresentanti del clero, il commissario dell'Interpol nella regione di Kostroma e gli investigatori" — ha detto Irina Volk.

Tags:
Contrabbando, Arte, Polizia, Italia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook