12:53 24 Febbraio 2018
Roma+ 10°C
Mosca-10°C
    Mikhail Gorbaciov interviene al Soviet Supremo dell'URSS (foto d'archivio)

    Sondaggio: oggi la maggioranza dei russi direbbe sì alla conservazione dell'Urss

    © AP Photo/ Boris Yurchenko
    Mondo
    URL abbreviato
    37291

    Oggi oltre il 60% dei russi, come 25 anni fa, si dichiara pronto a votare per la conservazione dell'Unione Sovietica, secondo un sondaggio condotto dal Centro panrusso sulle ricerche dell'opinione pubblica (VTsIOM).

    "A 25 anni dal referendum sulla conservazione dell'URSS del 17 marzo 1991, la maggior parte dei cittadini russi ancora una volta ha espresso la disponibilità a votare sì. Allora, secondo la Commissione referendaria sovietica, il 76% dei votanti aveva messo la croce sul sì, in particolare il 71% tra gli elettori della Repubblica Sovietica Russa. Oggi il 64% dei russi afferma che voterebbe per la conservazione dell'Unione Sovietica", — si legge in un comunicato.

    Si rileva che la percentuale di coloro che voterebbe per l'Urss cresce in base all'età: si passa dal 47% tra le persone di 18-24 anni al 76% tra gli ultrasessantenni, mentre tra i sostenitori del Partito Comunista Russo raggiunge il 71%. Secondo il sondaggio, solo il 20% dei russi voterebbe contro la conservazione dell'Urss.

    Secondo VTsIOM, per i russi la mancata realizzazione della volontà emersa dal referendum e il crollo dell'Unione Sovietica sono colpa di Mikhail Gorbaciov e della sua squadra. Questa opinione è condivisa dal 27% degli intervistati. Al secondo posto tra le cause del fallimento del referendum è attribuita la volontà dei poteri forti (17%), seguita dalle politiche di Boris Eltsin (13%). Nella colpa degli Stati Uniti e di altri Paesi occidentali crede solo il 2% degli intervistati, mentre solo l'1% ritiene che non ci siano colpevoli. Si rileva che il 40% degli intervistati non è in grado di indicare alcun motivo.

    Il sondaggio è stato effettuato dal 5 al 6 marzo 2016. Sono state interpellate 1600 persone in 130 centri abitati di 46 regioni e repubbliche della Federazione Russa. L'errore statistico non supera il 3,5%.

    Tags:
    Sondaggio, Comunismo, Società, URSS, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik