12:09 18 Novembre 2019
Ban Ki Moon promette il sostegno di ONU nella vicenda dei due marò italiani, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone

Marò, India si impegna a rispettare esito arbitrato

© AFP 2019 / VINCENZO PINTO
Mondo
URL abbreviato
601
Seguici su

L'esito del vertice di ieri a Bruxelles tra il premier indiano Modi con Juncker, Mogherini e Tusk.

L'India si è impegnata a rispettare "in ogni caso" l'esito dell'arbitrato internazionale chiamato a pronunciarsi sulla legittimità del fermo a cui è sottoposto in India uno dei due marò italiani, accusati di omicidio per fatti risalenti al 2012.

Al punto 12 della dichiarazione congiunta Ue-India seguita all'incontro, quella appunto contenente l'impegno assunto da New Delhi, il riferimento alla questione marò.

"L'Ue e l'India hanno espresso la loro fiducia nella procedura di arbitrato sulla vicenda dei marò italiani, attualmente in corso nel quadro della Convenzione Onu sulla legge del Mare, per il cui rispetto India e Italia sono fortemente impegnate".

Questo è quanto firmato dalle parti nell'incontro di ieri svoltosi a Bruxelles, che ha visto attorno ad un tavolo il premier indiano Narendra Modi con Jean-Claude Juncker, Donald Tusk e Federica Mogherini.

Correlati:

Marò, ambasciatore italiano all'Aja: Girone rischia altri 4 anni di attesa
Tags:
Caso marò, Arbitrato internazionale, ONU, Narendra Modi, Federica Mogherini, Donald Tusk, Jean-Claude Juncker, Massimiliano Latorre, Salvatore Girone, Italia, UE, India
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik